Cronaca
a verolengo

Differenziata bocciata, il sindaco deluso dal senso civico dei cittadini

Di questo passo la tassa rifiuti aumenterà.

Differenziata bocciata, il sindaco deluso dal senso civico dei cittadini
Cronaca Chivasso, 20 Novembre 2021 ore 16:23

L’Amministrazione di Verolengo ha incontrato i responsabili di Seta, la società che si occupa della racconta differenziata.

Bocciata la differenziata

Un incontro non positivo per l’Amministrazione come spiega lo stesso primo cittadino Luigi Borasio: «Anche se a nessuno interesserà più di tanto, il risultato dell’incontro ha determinato un mal di cuore perché il sindaco è rimasto molto deluso dalla popolazione di Verolengo. Mi spiego. La gente sostanzialmente si lamenta di due cose. La prima che il paese è sporco: hanno ragione però è necessario ricordare che ci sono quattro dipendenti che si occupano delle strade per un territorio di oltre 27 km² ed è intuitivo che non possano occuparsi solo di ramazzare i portici dunque se si evitasse di sporcare (vedi deiezioni canine, scontrini, frammenti di posta, confezioni di nylon, di sigarette, e quest’ultimo faccio i complimenti a quei cittadini e cittadine maleducati, dementi direi, che in coda per entrare in farmacia aprono il pacchetto e anziché buttarlo nel cestino che è a 1 m di distanza, preferiscono la terra: parliamo di 10 15 al giorno). Secondo, tutti si lamentano del costo della Tari e hanno ragione. Ma se si vuol ridurre la tassa non possiamo aspettare, come mi sono sentito dire, che gli altri devono fare, forse sarebbe più intelligente dire: comincio a fare. Se l’indifferenziata è passata da 7 a 15 giorni era per stimolare ad una maggiore differenziazione e non vedere in giro per il paese i contenitori domestici sommersi da sacchi neri. Con risultato che in 15 giorni si è raccolta la stessa quantità di materiale che avremmo rimosso con il passaggio settimanale. Non un grammo in meno. Se si vuole risparmiare, oltre che salvare il mondo dall’inquinamento, è necessario che tutti noi perdiamo un po’ del nostro prezioso tempo per separare il materiale. Se guardiamo bene, nell’indifferenziato dovrebbe andare pochissimo (lampadine, le riviste patinate, la ceramica e poco altro). In questo modo si potrebbero risparmiare decine decine di migliaia di euro che potrebbero equivalere automaticamente alla riduzione della tassa rifiuti».

La tassa rifiuti così aumenterà

«Cari cittadini, continuando di questo passo i risultati saranno solo due: l’aumento della tassa rifiuti e la necessità di prevedere gli ispettori che provvedono a multare tutti coloro che continueranno a non effettuare la raccolta differenziata. Tutto ciò con grande dispiacere, ma non perdo la speranza nel senso civico dei dei cittadini, tutti» - dice Borasio.

Seguici sui nostri canali