silenzio assenso

Don Davide vince il ricorso sulla multa in oratorio

La sanzione era giunta per una partita a calcio

Don Davide vince il ricorso sulla multa in oratorio
Cronaca Chivasso, 06 Agosto 2021 ore 16:09

«Silenzio assenso». Si è chiusa così, senza alcun intervento sul merito, la vicenda che ha visto contrapposti don Davide Smiderle, parroco del Duomo di Chivasso, e l’Amministrazione Comunale.

Don Davide vince il ricorso

Alla base del ricorso presentato al Prefetto di Torino dall’avvocato Alexander Boraso vi era un verbale da quattrocento euro (firmato da due agenti della Polizia Locale) per aver permesso una partitella a pallone fra i bambini che frequentano il catechismo all’oratorio «Carletti» di Chivasso. Don Davide non avrebbe avuto alcun problema a pagare la multa, ma la sua decisione era una questione di «principio»: l’oratorio dà molto fastidio ad alcuni «vicini», e pagare avrebbe avuto come conseguenza altre telefonate alle forze dell’ordine, con qualsiasi scusa, ed altri possibili verbali. Boraso aveva tirato in ballo anche i «Patti Lateranensi», e di conseguenza la risposta del Prefetto avrebbe creato un precedente non da poco. Con il «silenzio assenso», invece, tutto si è chiuso così. Senza colpo ferire.