Cronaca
torrazza

Donna muore e la Rsa avvisa la famiglia sbagliata, la rabbia della famiglia

La pensionata deceduta era di Lauriano.

Donna muore e la Rsa avvisa la famiglia sbagliata, la rabbia della famiglia
Cronaca Chivasso, 27 Agosto 2022 ore 07:00

«Eravamo contenti quando mia suocera era stata trasferita nella Casa di Riposo di Torrazza Piemonte perché era nuova e molto bella. Invece, è successo quello che è successo». Inizia così il racconto della famiglia di Claudina Genesin, la donna deceduta all’età di 90 anni nella giornata di domenica 14 agosto alla don Guido Tronzano di via Einaudi gestita dall’azienda friulana 3AMilano.

Donna muore e la Rsa avvisa la famiglia sbagliata

«Mio marito Roberto Zanotto – racconta la nuora di Claudina – andava a trovare un giorno si e un giorno no sua mamma. Così lunedì scorso si è recato a trovarla. Ha indossato tutti i dispositivi di protezione e pronto per poterla vedere, ma ecco che il personale gli dice che non c’era. E’ rimasto in struttura per un’ora e mezza, poi innervosito dalla situazione, ha lasciato lo stabile chiedendo al personale di avvisarlo immediatamente quando l’avessero trovata. Bisogna premettere che mia suocera ormai era allettata, non poteva muoversi da sola e negli ultimi giorni dormiva per molte ore al giorno.
Dopo appena un quarto d’ora dall’arrivo a casa a Lauriano, mio marito è stato chiamato dalla casa di riposo. La voce al telefono gli ha comunicato che era mancata una donna ma che non essendoci i documenti era necessario effettuare il riconoscimento. Così, il tempo di recuperare il documento d’identità e ha nuovamente raggiunto la struttura. Lì c’erano già i carabinieri che lo hanno accompagnato alla Casa funebre di San Mauro Torinese dove ha potuto effettuare il riconoscimento. Era lei. Era la nostra Claudina. Così la Magistratura ha avviato la sua indagine perché qualcuno in Casa di riposo aveva scambiato l’identità della defunta. Infatti, dalla struttura avevano avvisato la famiglia della compagna di stanza di mia suocera dicendogli, appunto, che era la loro cara ad esser morta. Invece la signora stava bene e non aveva mai lasciato la casa di riposo.
Dopo che mio marito ha riconosciuto sua mamma, la salma è stata trasferita alla camera mortuaria di Chivasso dove sono stati svolti gli accertamenti necessari da parte del medico legale, è stata sottoposta anche alla Tac virtuale.
Sabato mattina, poi, ci è stato comunicato il nulla osta con il quale abbiamo organizzato il funerale per il pomeriggio di lunedì 22 agosto alle 15,30 nella chiesa parrocchiale di Lauriano.
Al momento intendiamo sporgere regolare denuncia per far luce sull’accaduto».
La famiglia Zanotto dunque ha scoperto solamente il giorno dopo della scomparsa della loro casa Claudina.

Il ricordo di Claudina

Claudina Genesin si è spenta all’età di 90, avrebbe spento le 91 candeline il 15 settembre.
Originaria di Odalengo Grande, si era trasferita a Lauriano circa sessant’anni fa.
Aveva lavorato in un’azienda locale, la Sant’Agata, che produceva pezzi di ferro e bulloni. Poi, dopo aver lasciato questo lavoro, ha fatto per un po’ di tempo le pulizia nelle case della zona.
La famiglia racconta che nonna Claudina amava lavorare ai ferri e all’uncinetto anche se ultimamente la vista non glielo permetteva più.

Resta sempre aggiornato sulle notizie del tuo territorioIscriviti alla newsletter