Dopo la chiusura dei “Compro Oro” il sequestro di beni per 3 milioni di euro

Il provvedimento disposto dalla Procura di Torino ha colpito il titolare di circa 20 attività commerciali

Dopo la chiusura dei “Compro Oro” il sequestro di beni per 3 milioni di euro
13 Agosto 2016 ore 13:26

Il provvedimento disposto dalla Procura di Torino ha colpito il titolare di circa 20 attività commerciali

L’indagine coordinata dalla Procura di Torino aveva portato alla chiusura di circa 20 centri “Compro Oro” su tutto il territorio della città di Torino tra il 2013 e il 2014. Oggi, a più di due anni di distanza, la Polizia Giudiziaria della Procura del capoluogo ha confiscato beni, mobili e immobili per un valore totale di circa 3 milioni di euro. Il provvedimento di sequestro, firmato dal procuratore aggiunto Alberto Perduca e da sostituto Vito Sandro Destito è rivolto al titolare delle attività che erano state chiuse nell’ambito di una vasta operazione volta al contrasto di ricettazione e riciclaggio.
Tra i beni sequestrati non mancano alloggi e negozi tra Torino, Finale Ligure e Roma, e compaiono inoltre anche tutta una serie di autovetture, conti correnti, preziosi e quote di società per un ammontare di svariate centinaia di migliaia di euro. 

Turismo 2020
Top news
Glocal News
Foto più viste
Video più visti
Il mondo che vorrei
Gite in treno
Curiosità