a cirie'

Dopo la fuga e gli insulti saldano il debito al ristorante cinese

I giovani erano stati denunciati per insolvenza fraudolenta e odio razziale.

Dopo la fuga e gli insulti saldano il debito al ristorante cinese
29 Agosto 2020 ore 09:42

Insulti e fuga

Sono stati tutti identificati dai carabinieri  i giovani che  lo scorso martedì si erano resi protagonisti di un’azione sconsiderata presso il ristorante cino-giapponese di via San Maurizio a Ciriè. Ovvero  scappando senza pagare il conto da 180 euro e lasciando anche un biglietto offensivo nei confronti della comunità cinese.

Denunciati alla Procura

Due dei giovani  si sono recati  dopo un paio di giorni dal fatto, al ristorante e hanno saldato il conto. Alcuni di loro si sono anche  presentati dai carabinieri che erano già giunti alla loro identificazione. Si tratta di giovani tra i 15 e i 19 anni di Ciriè e del Ciriacese.

La denuncia alla Procura

Erano  stati tutti denunciati alla procura di Ivrea e al tribunale dei minori di Torino  con l’accusa di  insolvenza fraudolenta e odio razziale.

La giustificazione…

Ai militari hanno spiegato che non avevano i soldi per pagare il conto da 180 euro. Così sono scappati. Per quanto riguarda  il biglietto di insulti hanno raccontato che  sarebbe stato “dimenticato” sul tavolo… Ma sembra, almeno al momento, che non si siano ancora scusati con il titolare del  ristorante per le frasi offensive.  Per tutti loro resta l’accusa di odio razziale.

Turismo 2020
Top news
Glocal News
Foto più viste
Video più visti
Il mondo che vorrei
Gite in treno
Curiosità