Due diciannovenni arrestati per droga dalla Polizia

Due diciannovenni arrestati per droga dalla Polizia
11 Febbraio 2020 ore 16:03

Arrestati per detenzione e spaccio di stupefacente due diciannovenni sorpresi dalla Polizia di Stato.

Arrestati per droga

Sono due i diciannovenni che sono stati arrestati, nel corso di un’attività di controllo del territorio, che ha visto gli agenti del Commissariato della Polizia di Stato di Ivrea, nel corso del fine settimana appena trascorso.

Il primo controllo

Sabato sera, nell’ambito dei controlli finalizzati alla prevenzione dei furti in appartamento e in villa, personale del Commissariato di Ivrea ha fermato, in via San Rocco, un’Opel Agila con due persone a bordo, un diciannovenne e un minore, entrambi italiani. Sul tappetino lato passeggero i poliziotti hanno trovato un sacchetto in plastica di colore nero contenente due involucri in plastica trasparente sottovuoto del peso di oltre 100 grammi ciascuno, contenenti marijuana. Alla luce del rinvenimento, il ventenne è stato arrestato per detenzione di sostanza stupefacente ai fini di spaccio mentre il minorenne è stato accompagnato in ufficio a seguito di flagranza di reato per la successiva riconsegna ai genitori.

Il secondo controllo e arresto

A seguito dell’arresto, gli agenti del commissariato sono risaliti agli spostamenti degli occupanti dell’auto, riscontrando che i due si erano recati in un’abitazione di Vistrorio, luogo dove viveva un diciannovenne e nel quale poi i poliziotti si sono recati per una perquisizione. Sul posto, gli agenti hanno trovato il ragazzo in compagnia di altri due giovani. Il diciannovenne è stato trovato in possesso di marijuana, quasi una quindicina di grammi, occultata nel giubbotto. Anche uno dei due giovani in sua compagnia aveva con sé stupefacente dello stesso tipo ma in piccola quantità, ragione per cui è stato poi sanzionato amministrativamente. Nella mansarda della casa, occupata dal diciannovenne, i poliziotti hanno poi rinvenuto altro stupefacente, oltre una sessantina di grammi di marijuana occultati in un cassetto di una scrivania dove era presente anche un bilancino di precisione. Nella camera da letto, in una cassetta di sicurezza, gli agenti hanno trovato 1440 euro in contanti, oltre a vari “pizzini” riconducibili all’attività di spaccio condotta dal giovane. Altro materiale legato a questa attività delittuosa è stato poi recuperato nella cucina dell’abitazione. Il ragazzo che occupava l’abitazione è stato arrestato per la detenzione dello stupefacente.