E’ a Chivasso il papà del “bambino fantasma”

Nella notte tra domenica 4 e lunedì 5 dicembre è arrivata una telefonata ai Carabinieri di Chivasso da parte del padre del “bambino fantasma” , il quale rappresentava chiari intenti suicidi. 

E’ a Chivasso il papà del “bambino fantasma”
Cronaca 05 Dicembre 2016 ore 14:09

Nella notte tra domenica 4 e lunedì 5 dicembre è arrivata una telefonata ai Carabinieri di Chivasso da parte del padre del “bambino fantasma” , il quale rappresentava chiari intenti suicidi. 

Nella notte tra domenica 4 e lunedì 5 dicembre è arrivata una telefonata ai Carabinieri di Chivasso da parte del padre del “bambino fantasma” , il quale rappresentava chiari intenti suicidi. Ill cellulare in uso all’uomo è stato localzizato vicino al parco “Mauriziano” di Chivasso, ma all’arrivo dei carabinieri lui non c’era più.  L’aspirante suicida è stato rintracciato in un albergo del centro di Chivasso ed è stato accompagnato  in ospedale per valutare le sue condizioni psicofisiche. L’uomo assieme alla compagna è stato denunciato dai carabinieri di Moncalieri per non aver mai registrato il figlio all’anagrafe e per nno averlo avviato alla scuola dell’obbligo.

 

Condividi
Top news
Glocal news
Video più visti
Foto più viste
Curiosità