Menu
Cerca
addio pibe de oro

E’ morto Diego Armando Maradona, la leggenda del calcio mondiale

Il commovente cordoglio di chi lo ha apprezzato e stimato.

E’ morto Diego Armando Maradona, la leggenda del calcio mondiale
Cronaca Torino, 25 Novembre 2020 ore 19:29

E’ morto Diego Armando Maradona, il mondo del calcio è in lutto per questa grave perdita. La notizia è giunta intorno alle 17.30 di oggi, mercoledì 25 novembre 2020. Maradona aveva 60 anni.

Morto Diego Armando Maradona

E’ morto Diego Armando Maradona. El Piede De Oro è morto oggi, nella sua casa in Argentina a causa si un arresto cariorespiratorio. La tragica notizia si è diffusa molto rapidamente e tutto il mondo del calcio gli sta rendendo omaggio. E’ morto lo stesso giorno in cui morì, nel 2016, un suo grande amico: Fidel Castro.

Genio e sregolatezza

A piangerlo è il calcio mondiale. Sicuramente uno dei più grandi calciatori di tutti i tempi, con le sue giocate incantava gli spettatori di tutto il mondo. Dal 1984 al 1991 in Italia con la maglia del Napoli e due scudetti era entrato per sempre nel cuore del popolo partenopeo che ancora oggi lo venerava e acclamava ogni qual volta tornava in città a fargli visita. Il club partenopeo lo saluta con un così “Per sempre, ciao Diego” sul suo profilo Twitter.

Il “no” alla Juve e la rivalità con Platini

Nel 1984 al suo arrivo in Italia, Maradona rifiutò un ingaggio proprio con i bianconeri. In una intervista all’Espresso nel 2016, rivelò il no alla Juventus, quando si trovava in maglia Napoli: “Agnelli mi offrì un assegno in bianco, ma ho sempre detto no alla Juve”. “L’avvocato Agnelli mi corteggiava come potrebbe fare un innamorato con una donna. Mi chiamava continuamente, promettendo cifre pazzesche. Mi disse che aveva offerto 100 miliardi di lire a Ferlaino e di mettere io la cifra sul mio assegno. Gli risposi che non avrei mai potuto fare questo affronto ai napoletani, perché io mi sentivo uno di loro. Non avrei mai potuto indossare in Italia altra maglia, se non quella del Napoli”. Celebri i suoi confronti con un altro campionissimo del calcio degli Anni ’80, lo juventino Michel Platini.

Il ricordo di Torino

Maradona definito il più grande giocatore di tutti i tempi viene ricordato anche dal calcio e non solo di Torino. Sono numerosi i messaggi di personaggi, calciatori e volti del mondo sportivo che hanno lasciato sui social parole commosse per questa scomparsa.

Il campione juventino Cristiano Ronaldo ha postato una foto che lo ritrae con Maradona dove commenta la morte del Campione come la perdita di un genio eterno oltre che un grande amico.

E’ il sindaco di Torino Chiara Appendino che lascia sui social delle toccanti parole su Diego Armando Maradona. Tra i messaggio di Appendino ce n’è uno che colpisce più di tutti, è quello in cui utilizza le parole del grande giornalista sportivo torinese Darwin Pastorin: “Il più grande campione che ho visto giocare è Diego Armando Maradona. Credimi, figlio mio, non esisterà mai più, nei secoli dei secoli, un altro come lui. Ha fatto dell’imperfezione la perfezione. Piccolo, gonfio, dedito ad albe stanche, svogliate e sbagliate, vittima di falsi amici e della volontà di andare oltre ogni regola, Maradona ha trasformato un semplicissimo pallone di cuoio in uno scrigno di bellezza. Darwin Pastorin da Lettera a mio figlio sul calcio. Maradona: unico, ineguagliabile, eterno”.

 

Un messaggio giunge  sui social  anche da Simona Ventura, giornalista sportiva che afferma: “Caro Diego, sto piangendo, ma le mie sono lacrime amare. Con me, giovane cronista, sei sempre stato gentile e generoso. Senza dubbio eri e sarai sempre il più grande calciatore di tutti i tempi, ma il tuo mal di vivere non ti ha lasciato mai, se non in questo ultimo devastante momento. Non ti scorderò mai, Dio del calcio, che la terra ti sia lieve”.

3 foto Sfoglia la gallery

 

Condividi
Top news
Glocal news
Video più visti
Foto più viste
Idee & Consigli