Emergenza colonie feline, troppi gatti abbandonati

Il sindaco Massimo Rozzino durante il Consiglio comunale.

Emergenza colonie feline, troppi gatti abbandonati
Chivasso, 07 Dicembre 2019 ore 06:00

Emergenza colonie feline a Torrazza Piemonte. Il sindaco Massimo Rozzino durante il Consiglio comunale tuona: «Sono sempre più i gatti abbandonati».

Emergenza colonie feline

Colonie feline. E’ questa la nuova emergenza che l’Amministrazione guidata dal primo cittadino Massimo Rozzino si trova ad affrontare. Come Torrazza sono molti altri i paesi e le città che ogni giorno si devono confrontare con questa situazione.
Infatti, proprio nel corso dell’ultimo Consiglio comunale, che si è svolto nel tardo pomeriggio di venerdì 29 novembre, la maggioranza si è trovata a confrontarsi sul nuovo regolamento sulle colonie feline.
«L’Asl To 4 – spiega il sindaco Rozzino – ha richiesto all’Amministrazione di adottare un regolamento specifico per questa situazione. Si tratta di una serie di norme comunali necessarie perché si tratta di un argomento di competenza comunali, più precisamente fanno capo al sindaco, cioè a me. Dunque abbiamo attivato questo regolamento per la tutela ma anche per disciplinare i rapporti con chi sarà predisposto alla vigilanza e alla sterilizzazione degli animali».

Troppi gatti abbandonati

Ma il problema reale è l’aumento dei felini in queste colonie.
«Si tratta di un problema effettivo – ha spiegato il sindaco Rozzino – perché sempre più soventemente registriamo un aumento di gatti abbandonati. Spesso vengono abbandonati alla nascita, ancora piccoli oppure quando oramai sono adulti, e perciò per le persone diventano un peso. Naturalmente noi oltre a provvedere alle sterilizzazioni, dobbiamo provvedere anche alle cure che hanno un costo molto incisivo. Sarà poi necessario anche istituire l’ufficio di tutela degli animali. Intanto, noi nel magazzino, abbiamo anche i cartelli necessaria all’individuazione delle colonie da posizionare».
Sulla questione è intervenuto anche il capogruppo di maggioranza Alberto Baesso spiegando: «Quello che ci troviamo ad affrontare è un discorso di inciviltà perché ha preso molto piede il fenomeno di abbandonare i gatti appena nati».

Un reato “scaricare” gli animali

Il punto della trattazione si è chiuso con una precisazione del sindaco: «Ai gatti non viene ancora applicato il microchip come invece accade per i cani. Ricordo però che l’abbandono di un gatto non è solo sanzionabile ma è anche perseguibile penalmente».

LEGGI ANCHE LE ALTRE NOTIZIE DE LA NUOVA PERIFERIA

RESTA AGGIORNATO SU TUTTE LE NOSTRE NOTIZIE! COME?

Iscriviti al nostro gruppo Facebook La Nuova Periferia

E segui la nostra pagina Facebook ufficiale La Nuova Periferia: clicca “Mi piace” o “Segui” e gestisci impostazioni e notifiche in modo da non perderti più nemmeno una notizia!

Turismo 2020
Top news
Glocal News
Foto più viste
Video più visti
Il mondo che vorrei
Curiosità