Cronaca

Fa ginnastica sulle rotonde: è un pericolo pubblico

Fa ginnastica sulle rotonde: è un pericolo pubblico
Cronaca Chivasso, 28 Agosto 2017 ore 13:26
Non è una barzelletta e nemmeno uno scherzo. E’ la pura realtà quella che molti automobilisti nel corso di questi ultimi giorni hanno toccato con mano proprio alla rotonda dell’uscita dell’autostrada Torino-Milano a Rondissone e su quella lungo la strada provinciale 90 che collega Rondissone a Torrazza. 
Stiamo parlando di un uomo, secondo i racconti,  giovane che fa jogging anche in mezzo alla strada. E se fosse di giorno, qualcosa di strano ci sarebbe ma almeno sarebbe visibile agli automobilisti. Ma no, l’uomo per allenarsi sceglie il buio della notte quando perciò la visibilità è molto difficile. Soprattutto se si pensa che le luci della rotonda molto spesso sono anche spente. Insomma, un vero pericolo pubblico viene definito quest’uomo che, nemmeno di fronte agli insulti degli automobilisti demorde. 
«L’altra notte - racconta un signore - rientravo a casa con la mia famiglia quando mia moglie mi ha toccato il braccio spaventata perché c’era un uomo in mezzo alla strada. Così ho immediatamente rallentato e l’ho superato. In quel momento la rotatoria era al buio e lui, vestito di nero, era quasi completamente invisibile. Essendo la prima volta che incappavo in questo soggetto ho chiamato immediatamente i Carabinieri per segnalare il fatto».
E come lui, sono numerosi coloro che hanno incontrato questo strano tizio che fa allungamenti ed esercizi fisici lungo queste strade molto trafficate anche la notte. 
La paura dei molti che effettivamente hanno già incontrato questo amante dello sport all’aria aperta è quella di investirlo, di passare dei guai per la sua «estrosità» e si chiedono soprattutto come mai nessuno, né delle amministrazioni comunali competenti nè delle forze di Polizia o Carabinieri abbiano mai preso in considerazione questo problema visto che più e più volte sono stati avvisati di questa strada presenza. 
Il timore, infatti, è legato anche alle conseguenze per l’automobilista stesso nel momento in cui dovesse mai capitare un incidente.
 Insomma, i cittadini chiedono di intervenire al più presto per mettere in sicurezza le strade e anche la salute di questa persona a cui andrebbe spiegato che quelle aree non sono proprio consone per quelle attività che potrebbe invece svolgere in un’area pubblica più sicura.
Seguici sui nostri canali