VEROLENGO

Falsi coscritti chiedono soldi porta a porta

E’ scattato alcuni giorni fa un allarme in paese, quando una persona ha iniziato a domandare se fossero veramente i ragazzi del 2003.

Falsi coscritti chiedono soldi porta a porta
Cronaca Chivasso, 12 Giugno 2021 ore 06:00

E’ scattato alcuni giorni fa un allarme in paese, quando una persona ha iniziato a domandare se fossero veramente dei coscritti coloro che suonavano ai campanelli chiedendo un aiuto economico per organizzare la festa.

Falsi coscritti chiedono soldi porta a porta

E’ scattato alcuni giorni fa un allarme in paese, quando una persona ha iniziato a domandare se fossero veramente dei coscritti coloro che suonavano ai campanelli chiedendo un aiuto economico per organizzare la festa. Così, tra un via vai di messaggi e post sui social, si è scoperto che non lo erano. Infatti, non indossavano il classico foulard e non erano nemmeno in gruppo, come invece succede per le altre manifestazioni, quando magari sono in piazza durante la Patronale o durante qualche fiera con un proprio stand. Ma qualcuno ci è cascato e gli ha dato qualche somma di denaro, qualche aiuto.

"Non siamo noi"

A prendere le distanze da questa situazione sono proprio stati i coscritti del 2003 di Verolengo che, venuti a conoscenza di quanto stava accadendo spiegano: «Attenzione alle truffe, i coscritti Verolengo 2003 non stanno raccogliendo fondi porta a porta».
Una situazione che si è verificata non solo nel centro storico ma anche nelle zone più periferiche del capoluogo e nelle frazioni.
La richiesta, ora, è quella di segnalare alle forze dell’ordine se questi due giovani dovessero ripresentarsi alla porta chiedendo soldi perché sono solo degli impostori.