Famiglia di Venaria, al banco del mercato, vende botti illegali

Sequestrati 133 kg di giochi pirotecnici.

Famiglia di Venaria, al banco del mercato, vende botti illegali
Venaria, 27 Novembre 2019 ore 18:33

Famiglia di Venaria, al banco del mercato, vende botti illegali. Denunciate sei persone responsabili, a vario titolo, per detenzione abusiva di materiale esplodente e ricettazione e sequestrati 133 kg di giochi pirotecnici.

Botti illegali al mercato

I Carabinieri di Venaria Reale, in collaborazione con i colleghi del Nucleo Artificieri Antisabotaggio di Torino, a seguito di un mirato servizio di controllo del territorio, hanno denunciato 6 persone responsabili, a vario titolo, per detenzione abusiva di materiale esplodente e ricettazione e sequestrati 133 kg di giochi pirotecnici.

L’operazione

L’operazione è nata dal monitoraggio dei mercati rionali, dove in prossimità delle festività natalizie alcuni commercianti vendono anche fuochi d’artificio. I carabinieri hanno individuato una famiglia di Venaria, padre, figlia e genero che vende frutta e verdura al mercato, ma anche  botti pirotecnici.

I fatti

E.E., 60enne, con precedenti penali, e un complice, sono andati al mercato rionale di corso Nizza a Torino e hanno consegnato a un ambulante, un 37enne, con precedenti penali, 48 kg di giochi pirotecnici. I carabinieri sono intervenuti per bloccare la vendita e nell’auto dei due venditori hanno trovato 77 kg di fuochi d’artificio. Contemporaneamente altri due famigliari, figlia e genero, del 60enne a bordo di un furgone, sono stati fermati. Infatti, stavano vendendo 48 kg di fuochi d’artificio a una donna di  Venaria Reale. La vendita inoltre era priva di qualsiasi autorizzazione di polizia e il materiale esplodente era detenuto senza alcun minimo requisito di sicurezza.

Le denunce

I due clienti sono stati denunciati alla Procura per ricettazione, mentre i 4 venditori dovranno rispondere di detenzione e vendita abusiva di materiale esplodente. I giochi pirotecnici, sottoposti a sequestro e messi in sicurezza dagli esperti carabinieri Artificieri di Torino, dopo le analisi di laboratorio, per capirne l’origine e la composizione chimica, saranno distrutti.

Dai una mano a
Da settimane, i giornalisti del tuo quotidiano online lavorano, senza sosta e con grande difficoltà, per garantirti un'informazione precisa e puntuale dal tuo territorio, sull’emergenza Coronavirus. Tutto questo avviene gratuitamente.
Adesso, abbiamo bisogno del tuo sostegno. Con un piccolo contributo volontario, puoi aiutare le redazioni impegnate a fornirti un'informazione di qualità. Grazie.

Scegli il tuo contributo:
Top news regionali
Video più visti
Foto più viste
Il mondo che vorrei