Finge di essere incinta per estorcere 50mila euro, arrestata

La donna era arrivata a chiedere ingenti cifre al suo cliente per abortire, ma era tutta finzione. 

Finge di essere incinta per estorcere 50mila euro, arrestata
Vercellese, 21 Dicembre 2019 ore 16:12

Finge di essere incinta per estorcere 50mila euro, arrestata. La donna era arrivata a chiedere ingenti cifre al suo cliente per abortire, ma era tutta finzione.

La vicenda

La relazione tra i due era iniziata alcuni anni fa. Lui, un giovane vercellese sposato e in cerca di relazioni extraconiugali, lei invece, una prostituta. Rapporti sessuali frequenti, sempre retribuiti, che andavano avanti da due anni. Ma a giugno, la situazione tra i due ha cominciato ad avere implicazioni e il ragazzo, nei giorni scorsi, si è rivolto alla Questura per denunciare quanto stesse accadendo.

Finge di essere incinta

Nel giugno di quest’anno, in uno degli incontri col giovane, la donna gli ha detto di essere rimasta incinta di lui e che, avendo intenzione di interrompere la gravidanza, aveva bisogno di 15mila euro per affrontare le spese mediche. Voleva andare in Inghilterra per effettuare l’aborto, evitando così che in Italia chiedessero la paternità del nascituro. Il giovane infatti, sposato, voleva evitare di avere problemi. Così, non ha pensato due volte sul da farsi e ha pagato la donna, evitando che la notizia potesse giungere ai familiari.

Le minacce

Dopo il primo pagamento, la donna ha ricontattato il suo cliente comunicandogli che era incinta di due gemelli e che, per tale ragione, necessitava di altri 15 euro: le spese mediche da affrontare erano più ingenti. Una richiesta, questa, che non ha convinto subito il ragazzo. Motivo per cui la donna ha quindi iniziato a minacciare di raccontare tutto alla moglie. Un atteggiamento che ha impaurito il giovane, il quale non ha perso tempo e si è recato ad accendere un finanziamento in banca per far fronte alle spese e consegnarle il denaro.

L’estorsione

Un nuovo contatto tra i due, a pochi giorni dal nuovo pagamento, per informarlo che l’aborto non sarebbe stato possibile in quanto alla donna erano stati riscontrati seri problemi di salute. Una nuova richiesta di denaro (20 mila euro) per affrontare le cure mediche, senza correre il rischio di far sapere in giro della loro relazione. Una situazione che ha costretto l’uomo ad accendere un secondo finanziamento per consegnarle l’ulteriore denaro in cambio del suo silenzio.

La richiesta d’aiuto

Tuttavia, l’uomo, ormai esausto dalle continue minacce, ha deciso di rivolgersi alle forze dell’ordine raccontando la sua triste vicenda. Le richieste economiche della donna proseguivano, quindi gli uomini della Squadra Mobile hanno deciso, con la collaborazione del giovane, di tendere una trappola all’autrice dell’estorsione e organizzare un incontro al fine di effettuare un ultimo pagamento. Organizzato l’incontro, gli agenti sono intervenuti nel momento della consegna dei soldi e hanno bloccato la donna, 45 anni, accompagnandola in Questura per gli accertamenti del caso. Sottoposta a perquisizione personale si scopriva che la donna aveva celato al di sotto degli indumenti che indossava alcuni cuscini al fine di far apparire reale il suo stato di gravidanza. E’ stata arrestata in flagranza per il reato di estorsione ed associata alla locale Casa Circondariale.

LEGGI ANCHE LE ALTRE NOTIZIE DE LA NUOVA PERIFERIA

RESTA AGGIORNATO SU TUTTE LE NOSTRE NOTIZIE! COME?

Iscriviti al nostro gruppo Facebook La Nuova Periferia

E segui la nostra pagina Facebook ufficiale La Nuova Periferia: clicca “Mi piace” o “Segui” e gestisci impostazioni e notifiche in modo da non perderti più nemmeno una notizia!