Cronaca

Furti nei negozi, arrestata la banda della Volvo V70

Tre gli arrestati dal Nucleo Investigativo dei carabinieri

Furti nei negozi, arrestata la banda della Volvo V70
Cronaca 07 Gennaio 2017 ore 10:13

Tre gli arrestati dal Nucleo Investigativo dei carabinieri

Bombole di gas, tombini e auto contro le vetrine, presa la banda della Volvo V70 Torino. E tutto grazie all'operazione dei carabinieri del Nucleo Investigativo che, in collaborazione con i reparti territorialmente competenti, hanno arrestato tre persone responsabili di decine furti e spaccate a negozi nonché scippi ai danni di donne anziane. Sono accusate, a vario titolo di furto, ricettazione e rapina commessi nel Canavese e zona nord di Torino. Si tratta di Luca Miceli, 36 anni, di San Francesco al Campo, Beniamino Lillo, 37 anni, di San Francesco al Campo e Elvis Trompino, 34 anni, di San Carlo Canavese. Dal novembre 2014 al marzo 2015, nei comuni di Ciriè, Rivarolo Canavese, San Francesco al Campo, Caselle e limitrofi, la banda ha realizzato di notte o di primo mattino, vari furti ai danni di esercizi commerciali con la tecnica della “spaccata”, utilizzando tombini, bombole del gas o una Volvo V70 per infrangere le vetrine dei negozi.

Con una moto di grossa cilindrata, Trompino rapinava le donne anziane affiancandole e a volte sferrando loro pugni per poi impossessarsi delle borse che detenevano a tracolla o in mano. L’autovettura veloce utilizzata era una Volvo V70 intestata a Trompino ma che lo stesso guidava senza mai aver conseguito la patente. Le targhe venivano opportunamente coperte con cartoni o simili. Il “giochetto” ha funzionato fino alla notte del 6 marzo scorso, quando, durante il colpo presso il negozio “Campo di fragole” di Ciriè, i ladri, colti in flagranza dai carabinieri di Cirié, sono scappati dopo aver speronato la macchina di servizio, procurandosi così danni visibili e rendendo così riconoscibile la vettura. Nonostante la disavventura, Trompino non ha più utilizzato la Volvo e ha iniziato a scippare donne in sella alla Honda Hornet 600. Infatti proprio a partire dal 6 marzo sino al maggio successivo nel Canavese e nell’area nord di Torino sono state registrate una serie di rapine per strada e furti con strappo .In particolare l’attività investigativa ha permesso di accertare la responsabilità del Trompino su almeno quattro furti con strappo avvenuti tra Druento, Lanzo e Cafasse, in due casi le vittime hanno riportato anche lesioni.