Cronaca
CRESCENTINO

Furti nella sede di Corretto Tracciato

Da pochi mesi hanno ottenuto i locali a San Grisante.

Furti nella sede di Corretto Tracciato
Cronaca Vercellese, 02 Luglio 2022 ore 07:03

L'associazione Corretto Tracciato da 6 anni allieta periodicamente la città di Crescentino con il suo affascinante plastico ferroviario.

Furti nella sede di Corretto Tracciato

L'associazione Corretto Tracciato da 6 anni allieta periodicamente la città di Crescentino con il suo affascinante plastico ferroviario. Un gruppo che, visto l’impegno, ha ricevuto dall’Amministrazione guidata dal sindaco Vittorio Ferrero la ex scuola di San Grisante da adibire a sede per la propria attività.

«Appena abbiamo iniziato i lavori di sistemazione sono arrivate le visite indesiderate di qualche balordo che, dopo aver forzato la porta, ha creato danni e subbuglio all'interno, e rubato alcuni oggetti - spiega il presidente del sodalizio Sergio Ferrari - Come da accordi con il Comune, noi dell'associazione stiamo risistemando i serramenti e gli interni perché sono abbastanza mal messi. Tutto questo naturalmente avviene a tempo perso, sere, sabati e domeniche perché ognuno di noi ha un lavoro. Per far fronte a questi due episodi che si sono verificati in pochi giorni abbiamo provveduto ad installare un antifurto e delle telecamere, speranzosi di scoraggiare questi malintenzionati».

Adesso ci sono le telecamere

Il gruppo non vorrebbe che la propria sede, che con il tempo sarà ammodernata per quanto possibile, diventi un bersaglio di ladri e vandali o di ragazzini che non sanno come passare il tempo.

«Speriamo che ora con la videosorveglianza questa situazione termini - spiega il gruppo - Con i filmati, qualora dovesse accadere di nuovo, sapremo chi sono gli autori. Naturalmente per i due episodi già accaduti abbiamo sporto regolare denuncia alla caserma dei carabinieri di Crescentino, ed abbiamo informato l’Amministrazione che è venuta a fare un sopralluogo».

Il caso

Una situazione veramente scoraggiante quanto accaduto a questa associazione: «Se questa situazione non si risolve non potremo custodire più nulla all’interno del locale, e per usarlo solo come luogo di ritrovo per l’associazione si verrebbe a perdere l'utilità di quanto ricevuto dall'Amministrazione comunale. Sarebbe un peccato, ma non possiamo permettere di lasciar rompere e rubare le nostre attrezzature che hanno un valore dato dal tempo e dal lavoro per realizzarle» conclude l’associazione crescentinese.

Resta sempre aggiornato sulle notizie del tuo territorioIscriviti alla newsletter