a brusasco

Giacometto e Marolo contrari al posizionamento del monumento per le vittime del Covid

«Ci opporremo in ogni modo a questa decisione Brusasco non deve essere ricordata per il virus».

Giacometto e Marolo contrari al posizionamento del monumento per le vittime del Covid
Cronaca 06 Febbraio 2021 ore 06:03

Un monumento in memoria delle vittime Covid da installare in piazza nella frazione di Marcorengo. Un progetto dell’amministrazione comunale guidata dal primo cittadino Luciana Trombadore che attraverso una delibera del 30 dicembre 2020 ha affidato alla ditta Seinox Srl di Bollengo la fornitura e l’installazione di questo monumento.

Monumento per le vittime del Covid

Un monumento che ricorderà così le vittime di questa pandemia a causa del Covid-1 che ha avuto inizio un anno fa e che è ancora in atto.
La spesa complessiva per poter posizionare il monumento è di 2.049 euro più il 22 per cento di iva.
Durante il Consiglio comunale il sindaco aveva espresso l’intenzione di posizionare il monumento e il gruppo di minoranza «Per Brusasco e per Marcorengo» composto da Anna Marolo e Carlo Giacometto aveva da subito espresso la sua contrarietà.

Il commento di Giacometto

«A fine novembre attraverso una variazione di bilancio era stata presentata l’intenzione di posizionare il monumento alle vittime del Covid, ma senza illustrare un progetto e senza indicare il luogo in cui sarebbe dovuto sorgere e adesso scopriamo che è già stata affidata ad una ditta l’installazione del monumento e che sorgerà in piazza a Marcorengo. – Dice Giacometto – Noi abbiamo espresso da subito la nostra contrarietà. Non crediamo sia giusto che Brusasco debba essere ricordato per il paese del Covid. Verrebbe a crearsi una sorta di pellegrinaggio alle vittime del Covid e questa è una cosa che noi non troviamo affatto corretta nei confronti di Brusasco e della frazione di Marcorengo. Tra le altre cose, la frazione di Marcorengo è sempre molti attiva in amministrazione ed è stata tenuta all’oscuro di tutto. I marcorenghesi non sono stati interpellati, ma tutto è stato fatto senza considerare nessuno. L’Amministrazione comunale non deve entrare negli interessi privati certo è che il monumento sorgerà a pochi metri dalla residenza Annunziata dove durante la prima ondata sono decedute delle persone per il Covid e di certo questo potrebbe anche creare dei problemi alla struttura e credo sia invece importante salvaguardare questo aspetto visto che la struttura oltre a svolgere un servizio assistenziale è anche un luogo in cui sono impiegate delle persone del territorio. Noi infine sul posizionamento del monumento non sappiamo nulla di più se non il fatto che il sindaco vuole posizionarlo, ma noi siamo contrari a prescindere indipendentemente dal luogo in cui sarà posizionato e faremo di tutto per opporci a tutto questo».

Condividi
Top news
Glocal news
Video più visti
Foto più viste
Idee & Consigli