Menu
Cerca
GLI interventi

Gioco d’azzardo, la Regione intende modificare l’attuale normativa

Sono oltre 20mila gli emendamenti depositati.

Gioco d’azzardo, la Regione intende modificare l’attuale normativa
Cronaca Chivasso, 15 Aprile 2021 ore 10:20

Gioco d’azzardo, la Regione Piemonte intende modificare l’attuale normativa. Sono oltre 20mila gli emendamenti depositati.

Gioco d’azzardo, la Regione intende modificare l’attuale normativa

Sono oltre 20mila gli emendamenti depositati, relativi alla proposta di legge Contrasto alla diffusione del gioco d’azzardo patologico (GAP), presentata dal Claudio Leone (Lega) e richiamata in Aula per la discussione. La Pdl intende modificare l’attuale normativa sul gioco d’azzardo che ha delimitato e circoscritto la possibilità del gioco legale sul territorio, in particolare riducendo il numero di slot-machine.

Più di 15mila emendamenti sono stati depositati da Luv, altri da tutti i partiti di opposizione e alcuni anche di maggioranza.

Il dibattito

Prosegue il dibattito sulla Pdl 99 “Contrasto alla diffusione del gioco d’azzardo patologico”. La discussione al momento è ferma alle richieste di sospensiva, mentre gli emendamenti presentati soprattutto dalle opposizioni, hanno superato quota 50mila. Anche contingentando i tempi e qualora fossero in buona parte ammessi, si tratta di una cifra che comporterebbe circa 130-150 sedute d’Aula per essere votata. Quindi i lavori dell’Assemblea rimarrebbero bloccati per oltre 6 mesi, riunendosi tutti i giorni lavorativi.

Sono intervenuti i consiglieri di opposizione contestando la Proposta di legge e gli emendamenti presentati dalla Lega alla stessa, chiedendo poi sospensive e inversioni dell’ordine del giorno. Per la maggioranza è intervenuto Andrea Cane, difendendo il merito del provvedimento e negando qualsiasi intenzione da parte della Lega di concedere sospensive.

“La priorità della Regione devono essere vaccini, lavoro e riaperture”

Il Gruppo Forza Italia Regione Piemonte spiega:

“In questo difficile momento per la nostra regione le priorità di Forza Italia sono i vaccini, il lavoro e le riaperture, non sicuramente il gioco d’azzardo. Siamo coscienti del fatto però che, anche nel comparto del gioco, potrebbero essere persi posti di lavoro il prossimo mese, a causa della scadenza della legge sulla ludopatia. Questi posti di lavoro per noi meritano di essere tutelati con eguale dignità rispetto agli altri. Proprio per questo motivo abbiamo presentato l’unica proposta che riteniamo di buon senso: ovvero la proroga di tale scadenza. Una proposta che potrebbe essere subito approvata dal Consiglio Regionale evitando di perdere di vista le vere priorità per il Piemonte che per Forza Italia ribadiamo che sono la cura della salute e il sostegno economico alle nostre imprese e alle famiglie piemontesi in difficoltà”.

Ad affermarlo in una nota il capogruppo di Forza Italia Paolo Ruzzola, la vice capogruppo Alessandra Biletta, il vicepresidente del Consiglio regionale Franco Graglia e il consigliere Carlo Riva Vercellotti.