Giudiziaria, processo Caccia “da buttare”

Gli atti non sarebbero utilizzabili

Giudiziaria, processo Caccia “da buttare”
26 Novembre 2016 ore 21:55

Gli atti non sarebbero utilizzabili

Il processo per l’omicidio  del Procuratore di Torino Bruno Caccia, ucciso a colpi di pistola il 26 giugno del 1983,  è da buttare. Il motivo, un vizio procedurale. E’ per questo che il Pm di Milano, ha chiesto la revoca della misura di custodia cautelare in carcere per Rocco Schirripa, il presunto colpevole, che dunque tornerà libero. Gli atti, infatti, non sarebbero utilizzabili per la mancata richiesta di riapertura delle indagini a suo carico.

Turismo 2020
Top news
Glocal News
Foto più viste
Video più visti
Il mondo che vorrei
Gite in treno
Curiosità