Cronaca
brandizzo

I vandali imbrattano il muro della scuola con bestemmie, insulti e simboli nazisti

E' previsto un ampliamento del servizio di videosorveglianza.

I vandali imbrattano il muro della scuola con bestemmie, insulti e simboli nazisti
Cronaca Chivasso, 02 Ottobre 2021 ore 07:22

I vandali colpiscono e lo fanno ai danni della scuola primaria Bruno Buozzi.
La scorsa settimana infatti il muro laterale dell’edificio scolastico è stato imbrattato di vernice con pesanti insulti, frasi volgari, simboli nazisti e bestemmie.

I vandali imbrattano il muro della scuola con bestemmie, insulti e simboli nazisti

Si tratta, come detto dell’ingresso laterale della scuola, lato via Fratelli Sussetto, che nell’ultimo anno vede il passaggio di molte più persone rispetto a prima perchè viene utilizzato come ingresso per le scolaresche da quando gli ingressi e le uscite avvengono scaglionate.
Le scritte sono state effettuate, con molta probabilità, di sera. Il Comune è stato informato del fatto e così dopo alcuni giorni il personale comunale addetto alla manutenzione ha ritinteggiato la parete incriminata.

Gli episodi di vandalismo precedenti

I vandali nei mesi scorsi si erano “dedicati” per così dire, nei mesi estivi, a gettare immondizia lungo il torrente Bendola (gli autori erano stati individuati grazie alle testimonianze delle persone ed erano tutti giovanissimi), avevano distrutto la statua di Bernadette nei pressi del campo sportivo Costigliola e in questo caso le telecamere aveva permesso di immortalare i giovanissimi autori e un cittadino aveva poi comperato e sostituito la statuetta, ma era molto tempo che i muri di un edificio non venivano deturpati in questo modo. Non che questo serva da consolazione, certo...

L'intervento del Comune

«Siamo intervenuti appena ci siamo resi conto di quanto era accaduto - afferma il vicesindaco Alessandro Barbera - in quell’angolo dell’edificio non sono state ancora posizionate le telecamere, ma c’è un progetto di estensione del progetto di videosorveglianza legato ad un bando e se si dovesse procedere in tal senso allora si provvederà anche a posizionarle in questo luogo».
Un angolo che rimane in qualche modo nascosto agli occhi indiscreti infatti in alcune ore del giorno e della sera, il passaggio in quel tratto di strada è davvero molto limitato e i vandali hanno avuto così il tempo di agire indisturbati.
Inoltre sino a poco prima che iniziasse l’anno scolastico, all’ingresso principale della scuola primaria Buozzi (le scale per intenderci) era stata posizionata una transenna mobile proprio per evitare, come già accaduto molte volte in passato, che i giovani andassero lì per trascorrere le ore libere lasciando rifiuti ovunque e provocando schiamazzi che disturbavano i residenti della zona.
Insomma, dopo un periodo di quiete adesso si è verificato di nuovo un atto vandalico e ci si auguro che sia solo un fatto isolato.