Cronaca
il caso

Il centro di Chivasso tra sporco e degrado

Il grido di protesta parte da via Torino, per passare da via Borla, via Roma e via del Collegio.

Il centro di Chivasso tra sporco e degrado
Cronaca Chivasso, 30 Aprile 2022 ore 06:22

Il centro di Chivasso è sporco. Una brutta cartolina per chi arriva nella nostra città. Sono indispettiti i commercianti stufi di vedere cartacce, cacche e pipì di cani ovunque. Senza contare il triste spettacolo delle foriere miseramente prive di verde diventate più che altro pattumiere. Il grido di protesta parte da via Torino, per passare da via Borla, via Roma e via del Collegio.

Il centro di Chivasso tra sporco e degrado

Una situazione diventata insostenibile che danneggia in primis gli operatori che si affacciano con i loro negozi su queste strade, ma che alla fine fa male all’intera città.
Un segno di trascuratezza che annulla la fatica di chi ogni giorno cerca con le proprie vetrine accuratamente allestite di dare un tocco di bellezza.
E dire che Chivasso ha un centro storico da far invidia con i suoi maestosi portici e le belle case che si affacciano tenute in ordine.
Stufi di sopportare questo degrado i commercianti dell’Ascom tramite il loro presidente Giovanni Campanino hanno scritto agli amministratori chiedendo di intervenire per porre fine a tutto ciò e per ridare dignità alle vie in questione.

La lettera

Illustrissimo Signor Sindaco, Signor Claudio Castello e per conoscenza all’assessore al Commercio Pasquale Centin.

Ci rivolgiamo a Lei, in qualità di Presidente Ascom Chivasso, insieme all’unanimità del Direttivo Ascom, a seguito di numerose istanze ricevute da parte di operatori commerciali e nostri associati, relativamente alla pulizia ed al decoro delle vie e delle piazze della nostra Città.
È facilmente riscontrabile, con una semplice “passeggiata”, il livello di sporcizia e trascuratezza che contraddistingue i lampioni ed i pavimenti di tutte le zone, a cominciare dall’isola pedonale, cuore commerciale di Chivasso, fino alle zone più periferiche.
L’assenza di pioggia, unita al poco senso civico e all’inosservanza delle prescrizioni relative alle deiezioni canine, sono certamente concausa di questa situazione ma, a quanto ci riferiscono operatori di diverse zone, un intervento di lavaggio e disinfezione con idropulitrice non viene effettuato da molti mesi, nemmeno - appunto - sotto i portici che sono la zona a maggior traffico pedonale.
Siamo certi che la tematica è nota a questa Amministrazione, ma siamo a disposizione per partecipare ad un sopralluogo, incontrando i commercianti che potranno ulteriormente argomentare la situazione.
Le chiediamo quindi di voler disporre un intervento urgente, straordinario, diffuso e radicale di pulizia ed igiene urbana, oltre che un’azione di responsabilizzazione dei comportamenti dei cittadini, sanzionando le violazioni ai regolamenti comunali ed alle regole di comportamento civile.
Fiduciosi nella Sua solita cortese attenzione alle istanze del nostro comparto, attendiamo un gradito cenno di riscontro e la ringraziamo anticipatamente.
Con i migliori saluti,
Il Presidente Giovanni Campanino.

Resta sempre aggiornato sulle notizie del tuo territorioIscriviti alla newsletter