A CRESCENTINO

Il Comune rifà il look al teatro Angelini

I lavori riguardano l’imbiancamento delle pareti, la sistemazione e pulizia delle poltrone e altri interventi.

Il Comune rifà il look al teatro Angelini
Vercellese, 30 Giugno 2020 ore 12:56

Il Comune di Crescentino rifà il look al teatro Cinico Angelini investendo 30 mila euro. I lavori riguardano l’imbiancamento delle pareti, la sistemazione e pulizia delle poltrone e altri interventi.

Rendiconto positivo

E’ durato esattamente 30 minuti il Consiglio comunale di Crescentino nel quale il primo cittadino Vittorio Ferrero ha presentato il rendiconto di gestione del 2019 e l’applicazione dell’avanzo di Amministrazione. Questi i due punti principali della seduta.
Una seduta durante la quale la minoranza era rappresentata dalla giovane Letizia Ferrero che ha ascoltato l’esposizione del sindaco senza proferire alcuna parola ma astenendosi ad ogni punto.
Il primo cittadino, infatti, con il supporto della responsabile dell’ufficio finanziario Marilena Cestariolo, ha presentato il rendiconto di gestione che si è chiuso con un risultato positivo: 258 mila euro i fondi per investimenti, 456 mila euro di parte libera e 135 mila euro vincolati alla manutenzione dell’immobile Suore della Carità.

Tra gli investimenti, il teatro

“Dell’avanzo di amministrazione – spiega Ferrero – abbiamo deciso di investire solamente una quota, cioè 256 mila euro. Per la manutenzioni degli immobili abbiamo previsto 120 mila euro di cui 50 mila euro per i lavori degli stabili comunali, 30 mila euro per l’intervento al teatro Cinico Angelini cioè l’imbiancamento delle pareti, la sistemazione e pulizia delle poltrone e altri interventi. L’ultima quota, di 40 mila euro, sarà destinata agli alloggi popolari del Comune dati in gestione ad Atc, sia in quelli di via Marconi che in frazione San Silvestro.
Sempre con i fondi dell’avanzo, abbiamo previsto 40 mila euro per installare delle nuove telecamere per migliorare il servizio di video sorveglianza. Un progetto che entro la fine dell’anno andrà a rendere governabili i punti sensibili della città dunque gli ingressi delle scuole e dei cimiteri, il viale della Madonna del Palazzo, via Porta Pareti, parco don Bianco, la stazione ferroviaria, l’Ente Risi e almeno in due varchi di accesso alla città, in quest’ultima cosa con la lettura alfanumerica delle targhe.
Abbiamo poi investito 40 mila euro per la manutenzione delle strade e 30 mila euro per l’illuminazione comunale che interesserà anche la scuola media e la palestra con un impianto di fotovoltaico.
Ci sono poi spese minori come l’acquisto di arredi comunali, l’acquisto del terreno vicino a Cascina Ressia per avviare il nostro progetto di riqualificazione, 26 mila euro per le spese tecniche del Piano regolatore generale e 5 mila euro per la riqualificazione degli immobili comunali”.

Turismo 2020
Top news
Glocal News
Foto più viste
Video più visti
Il mondo che vorrei
Gite in treno
Curiosità