OPERAZIONE INTERNAZIONALE

Il narcotrafficante Vincenzo Pasquino arrestato in Brasile insieme a Rocco Morabito

I due sono stati rintracciati a Joao Pessoa, erano inseriti negli elenchi dei latitanti pericolosi e dei latitanti di massima pericolosità facenti parte del "programma speciale di ricerca" stilate dal Ministero dell’Interno.

Il narcotrafficante Vincenzo Pasquino arrestato in Brasile insieme a Rocco Morabito
Cronaca Torino, 25 Maggio 2021 ore 09:27

Il narcotrafficante torinese Vincenzo Pasquino arrestato in Brasile insieme a Rocco Morabito, erano inseriti rispettivamente negli elenchi dei latitanti pericolosi e dei latitanti di massima pericolosità facenti parte del “programma speciale di ricerca”  stilate dal Ministero dell’Interno come spiegano i colleghi di PrimailCanavese.it.

Il narcotrafficante Vincenzo Pasquino arrestato in Brasile

Nel corso della serata di lunedì 24 maggio 2021, il ROS unitamente al personale del gruppo carabinieri di Locri (RC), dei comandi provinciali carabinieri di Reggio Calabria e Torino, del servizio centrale di cooperazione di polizia – progetto Ican, della polizia federale brasiliana, hanno rintracciato in Joao Pessoa (Brasile) i narcotrafficanti Rocco Morabito  di Africo (RC) e Vincenzo Pasquino, torinese, rispettivamente inseriti negli elenchi dei latitanti di massima pericolosità facenti parte del “programma speciale di ricerca” e dei latitanti pericolosi stilate dal Ministero dell’Interno.

Attività di indagine internazionale

L’attività svolta in sinergia tra i reparti dell’arma e il collaterale brasiliano, con il supporto dell’Fbi e della DEA statunitense è stata coordinata dalle procure distrettuali di Reggio Calabria e di Torino con l’ausilio della direzione generale affari internazionali e cooperazione giudiziaria del Ministero della Giustizia italiano e del Dipartimento di Giustizia statunitense.