Menu
Cerca
I RICORDI

Il paese piange Giuseppe La Marca, aveva gestito un autosalone

Abitava a Montanaro dove era molto conosciuto.

Il paese piange Giuseppe La Marca, aveva gestito un autosalone
Cronaca Chivasso, 21 Marzo 2021 ore 05:01

Il paese piange Giuseppe La Marca, aveva 70 anni e aveva gestito un autosalone. Abitava a Montanaro dove era molto conosciuto.

Il paese piange Giuseppe La Marca

Chi non conosceva Giuseppe La Marca, 70 anni, «Pino» per tutti, uomo che aveva sempre una parola buona, amichevole ed affabile. Aveva aperto a Montanaro un autosalone di vendita delle auto Fiat, una realtà consolidata sul territorio non solo montanarese ma anche molto conosciuta nei paesi vicini. E’ stata la sua una lunga esperienza lavorativa che ha portato avanti con professionalità e passione. Anche se da qualche tempo era andato in pensione, in realtà era sempre attivo. E’ mancato improvvisamente all’ospedale di Chivasso in cui era ricoverato.

I ricordi

Tanti i ricordi in paese. «Una bella persona- riferisce il consigliere comunale Simone Debernardi – Aveva sempre un pensiero cordiale ed un sorriso, per questa ragione aveva tanti amici. Era poi molto legato alla famiglia che colmava di grandi attenzioni». E non era raro che Pino, di tanto in tanto, intercalasse nei suoi discorsi un motto siciliano che faceva intuire che la sua terra d’origine, la Sicilia, sempre era rimasta nel suo cuore. «Ho avuto modo di incontrarlo qualche volta, un gran lavoratore – è il ricordo di don Aldo Borgia – Conoscevo meglio sua moglie, insegnante, che ha collaborato con la parrocchia». Una sua grandissima passione era la musica. Lui che giovanissimo cantava nelle feste paesane, lui che suonava nelle orchestre, la musica era tutta la sua vita. Amante dei viaggi era sempre alla scoperta di nuovi luoghi da visitare insieme alla moglie. «Ho comprato la mia prima auto nuova da te, ho sempre avuto baracche usate – scrive un’amica sui social network – Sono passati quindici anni…ed ultimamente non è più lei. Mi dicesti, «prendi questa, morirà con me». Qualche mese fa, l’hai controllata tu per l’ultima volta e hai detto «Non ce la fa più. Come passa sto pasticcio, te ne faccio prendere un’altra. Adesso, aspetta». Sei sempre stato una persona speciale». Speciale per tutti Pino e, soprattutto, speciale per la famiglia: un marito, un padre ed un nonno pieno d’amore per la moglie Vittoria, i figli Massimo e Stefano e i nipoti Desirèe, Gabriele, Aurora. I funerali hanno avuto luogo martedì 16, nella chiesa di Santa Maria Assunta.

Condividi
Top news
Glocal news
Video più visti
Foto più viste
Idee & Consigli