Cronaca
VEROLENGO

Il paese piange il suo agricoltore

Nel corso degli anni ha ingrandito la sua società nella quale lavorano anche i suoi figli.

Il paese piange il suo agricoltore
Cronaca Chivasso, 13 Marzo 2022 ore 06:37

Il mondo agricolo non era solamente il suo lavoro ma anche la sua passione, quella alla quale ha dedicato tutta la sua vita. Giuseppe Scarafiotti, infatti, era un grande agricoltore che nel corso degli anni ha ingrandito la sua società nella quale lavorano anche i suoi figli.

Il paese piange il suo agricoltore

«Mio padrino – ricorda la nipote Elena - aveva una azienda agricola nella sua cascina in Regione Gerbido. Aveva ereditato l'attività agricola dalla sua famiglia: già suo padre Giovanni e il nonno Giuseppe erano agricoltori ed allevatori. Negli anni l'azienda si è ingrandita e nonostante le difficoltà che questo mestiere comporta (la cascina prese fuoco per un corto circuito nel 1980) ha sempre continuato il lavoro».
Un’azienda a conduzione famigliare in cui da qualche tempo sono entrati i figli che ora continueranno. Giuseppe si occupava principalmente della coltivazione di mais, grano, soia, orzo e fieno e da poco tempo era stata incrementata la stalla tenendo mucche e vitelli da riproduzione e macellazione per un totale di 70 capi circa.
Giuseppe era anche il "Rusè" per il Consorzio Irriguo di Chivasso e nel circondario lo conoscevano tutti. Era anche associato all'Unione Agricoltori.

La famiglia era la sua vita

«Aveva la passione per le macchine agricole e tutto quello che è campagna. - racconta la nipote - Era l'amico di tutti, sempre felice di far festa con la sua famiglia, cucinare sulla pietra e partecipare a tante grigliate con parenti ed amici, pranzi e cene a cui non diceva mai di no, era sicuramente una buona forchetta. Aveva sempre un sorriso per tutti, non litigava mai con nessuno anzi a volte cercava di distendere gli animi, purtroppo non ha avuto molto dalla vita ma la sua gioia più grande erano i suoi 6 figli di cui era orgoglioso, sua nuora e le sue piccole nipotine a cui era affezionatissimo». Giuseppe purtroppo ha avuto un infarto nel sonno che lo ha portato ad un arresto cardiaco ed a conseguente morte all’età di 68 anni.

Il lutto

Con la sua scomparsa lascia un grande vuoto nella vita della moglie Rosella, dei figli Michael, Gabriele con Arabella, Raffaele, Emanuele, Samuele e Gioele, le adorate nipoti Vanessa e Deborah, la sorella Caterina con Ciro, la figlioccia Elena con Beppe ed Alice.

Resta sempre aggiornato sulle notizie del tuo territorioIscriviti alla newsletter