Cronaca
montanaro

Il paese piange il suo ex vicesindaco

Giuseppe Boromei, mancato a 68 anni, era stato al fianco dei primi cittadini Antonio D’Ambrosio e Marco Frola.

Il paese piange il suo ex vicesindaco
Cronaca Chivasso, 16 Ottobre 2022 ore 06:00

Avrebbe ancora avuto molto da dare al suo paese, lui che ce l’aveva nel sangue la capacità di amministrare mettendoci anima e corpo in quel che faceva. Giuseppe Boromei, mancato a 68 anni, era stato vicesindaco di Montanaro.

Il paese piange il suo ex vicesindaco

Avrebbe ancora avuto molto da dare al suo paese, lui che ce l’aveva nel sangue la capacità di amministrare mettendoci anima e corpo in quel che faceva. Giuseppe Boromei, mancato a 68 anni, era stato vicesindaco di Montanaro ai tempi dell’amministrazione di Antonio D’Ambrosio dal 2007 al 2008, era stato anche vicesindaco durante il mandato di Marco Frola dal 2009 al 2014.

Delegato ai lavori pubblici e all’edilizia privata con D’Ambrosio, con Frola si occupava invece di bilancio e tributi. A lui era stata affidata la delega non facile di gestire le relazioni con la società comunale Città Futura che si trovava sull’orlo del tracollo finanziario. Sostenitore di Forza Italia, ne era stato Presidente del Club e Coordinatore cittadino.

Aveva militato nella rappresentanza sindacale, era stato rappresentante sindacale di Asso Quadri e di Sicurezza Lavoratori. Adesso era pensionato dopo aver lavorato per anni come impiegato tecnico ricoprendo anche ruoli di responsabilità e dirigenza presso un’azienda di automazione industriale.

Il ricordo

Questo il ricordo di un amico  vicino a lui fino all’ultimo. «Caro Beppe - riferisce il dottor Antonino Careri- la tua morte prematura ha lasciato un vuoto alla cara tua moglie Caterina e alle figlie Alessandra e Pamela e agli amici come me che ti hanno voluto bene. Grazie agli anni di lavoro nella pubblica amministrazione fatti insieme, alle tue doti di rettitudine morale ed equità sociale, alla straordinaria capacità oratoria. Ci hai insegnato a trattare la cosa pubblica come fosse nostra, mettendoci il cuore per il tuo paese. E non esitavi ad esprimere tutta la tua franchezza quando eri contrariato su un argomento. Sei sempre stato te stesso, onesto e leale. Avevamo ancora tanti momenti da passare insieme ma la morte ci ha colto impreparati».

I funerali si sono svolti martedì 11 ottobre.

Seguici sui nostri canali