Cronaca
caluso

Il paese piange il suo storico macellaio

Franco Vercelli, 86 anni, era anche un Alpino.

Il paese piange il suo storico macellaio
Cronaca Chivasso, 15 Gennaio 2022 ore 05:33

Il commercio locale perde un punto di riferimento importante, ma a piangere la scomparsa di Franco Vercelli, 86 anni, storico macellaio calusiese, sono anche gli associati di A.N.A. (Associazione Nazionale Alpini) Gruppo di Caluso e tutte le persone, calusiesi e no, che hanno avuto la fortuna di conoscerlo.

Il paese piange il suo storico macellaio

Il commercio locale perde un punto di riferimento importante, ma a piangere la scomparsa di Franco Vercelli, 86 anni, storico macellaio calusiese, sono anche gli associati di A.N.A. (Associazione Nazionale Alpini) Gruppo di Caluso e tutte le persone, calusiesi e no, che hanno avuto la fortuna di conoscerlo. Un gentiluomo, un uomo di animo generoso, che sapeva trasmettere valori importanti con il suo sorriso, un sorriso che regalava a tutti, lui che era sempre pronto ad aiutare gli altri e, cosa lodevolissima, si adoperava per chi era in difficoltà spesso rimanendo nell’ombra, come se preferisse non apparire, ma semplicemente fare.

Il ricordo

«Mio papà ci ha lasciato sicuramente un grande vuoto – commenta la figlia Elena – era una persona adorabile, disponibile, piena di voglia di fare, questa è un’eredità importante che ci aiuterà a tenerlo vicino a noi. Era un uomo generoso e lo ha sempre dimostrato organizzando eventi per raccogliere fondi a sostegno dell’Asilo Guala, collaborando con Ascom Caluso e Favria, organizzando cene per i coscritti del 1935, anno della sua nascita, operando all’interno della Pro Loco e del Gruppo Alpini di cui negli anni era stato segretario, consigliere e vicecapogruppo. Il 17 dicembre scorso siamo ancora andati insieme a distribuire i regali che regolarmente faceva ogni anno alle realtà con le quali aveva un rapporto di rispetto e di affetto, ad esempio la farmacia locale. Per me è stato non solo un grande papà, ma anche una fonte di apprendimento, quello che sono lo devo a lui e voglio ricordarlo così, come un esempio nel lavoro e negli affetti, una luce nelle difficoltà, un punto fermo nella mia vita di figlia».

Le parole di don Loris

I funerali di Franco Vercelli si sono svolti venerdì 7 nella Chiesa Parrocchiale di Caluso dove l’Arciprete Don Loris Cena giovedì 6 ha officiato la Santa Messa e riservato un ricordo al defunto. «Un uomo d’altri tempi, un animo buono – ha detto Don Loris – il suo esempio di bontà rimarrà vivo nel tempo». Toccante anche il ricordo del Gruppo Alpini. «Crediamo che Franco abbia impersonato tutti gli ideali di noi alpini, disponibilità e amicizia – si legge nel testo del ricordo – il suo cappello continuerà a testimoniare il suo impegno».

A mantenere vivo nel tempo il ricordo di Franco Vercelli saranno la moglie Gianna, i figli Elena e Dario con le rispettive famiglie, ma anche tanti calusiesi e le molte persone a lui affezionate.