Cronaca
livorno ferraris

Il Palio terreno di scontro politico: Pizzamiglio contesta la consegna

Le tempistiche della cerimonia non sono piaciute al consigliere.

Il Palio terreno di scontro politico: Pizzamiglio contesta la consegna
Cronaca Vercellese, 29 Maggio 2022 ore 06:15

Ad un mese esatto dall’inizio del Palio dei Rioni di Livorno Ferraris, nei giorni scorsi il sindaco Stefano Corgnati ha consegnato alla presidente dell’associazione Palio storico dei rioni, Monica Actis, gli stemmi alle otto contrade del paese: si tratta di quaranta targhe che verranno installate nei rioni con l’obiettivo di «rafforzare l’identità rionale, come opera collaterale di decoro urbano, a beneficio di tutti, specialmente per i più piccoli», più altre otto che verranno affisse nel Palazzo Comunale.

Il Palio terreno di scontro politico: Pizzamiglio contesta la consegna

Le tempistiche della cerimonia non sono piaciute al consigliere comunale indipendente Federico Pizzamiglio, ideatore dell’iniziativa quando era presidente della Consulta dei giovani. «Avrei auspicato che non fossero consegnate in questo periodo, confondendo in tal modo l’iniziativa con l’evento imminente, l’inizio del Palio, e tradendo il fine a cui era indirizzata», commenta Pizzamiglio, precisando che l’idea era svincolata dal Palio in sé. Poi attacca tra le righe l’attuale maggioranza: «Ma, dopotutto, le mie osservazioni, anche in sede consiliare – ancora il 28 luglio dell’anno scorso - sono rimaste significativamente inevase. E, così, si gode del risultato finale di un’idea promossa da altri, proprio a un anno dalla fine di questo mandato amministrativo». Insomma, dopo la Festa dello sport, anche il Palio diventa terreno di scontro politico, segno che le amministrative del prossimo anno saranno più infuocate che mai. «Resta la sola consolazione di esserne stato promotore, in qualità di presidente della Consulta giovani, in un periodo in cui la stessa fu davvero attiva e, per questo, fin troppo “zelante” per taluni», aggiunge il consigliere comunale. Che conclude: «Da amministratore, non posso che sperare che queste targhe siano finalmente installate per le strade, a beneficio della Comunità. A più di un anno di distanza, credo che i tempi siano più che maturi».

Resta sempre aggiornato sulle notizie del tuo territorioIscriviti alla newsletter