covid-19

Il presidente Cirio svela le fasi del piano di vaccinazione in Piemonte

Il 21 febbraio saranno avviate le vaccinazioni per gli over 80.

Il presidente Cirio svela le fasi del piano di vaccinazione in Piemonte
Cronaca Chivasso, 04 Febbraio 2021 ore 17:24

Si è conclusa intorno alle 17 di oggi, giovedì 4 febbraio, la conferenza stampa della Regione Piemonte sul piano vaccini Covid. Come riporta PrimaTorino.it.

 

Cambiano modi e tempi

Il presidente della Regione, Alberto Cirio ha voluto precisare che la situazione in Piemonte non è di “affanno”. A cambiare saranno solo modi e tempi, una rimodulazione necessaria e coerente con le disposizioni nazionali vigenti attualmente.

Le quattro fasi del piano di vaccinazione

  • Fase 1: operatori sanitari e socio-sanitari, ospiti Rsa; seguita da una fase b) tutti i lavoratori nel settore sanitario (esempio: i dentisti) e dalla fase c) gli over 80 non ospiti delle Rsa;
  • Fase 2: persone dai 60 anni in su, persone con fragilità di ogni età, gruppi sociodemografici a rischio più elevato di malattia grave o morte, personale scolastico ad alta priorità;
  • Fase 3: personale scolastico, forze armate, carceri e luoghi di comunità, persone con pluripatologie;
  • Fase 4: popolazione rimanente.

I tempi

Il 21 febbraio in Piemonte si conclude la campagna vaccinale per operatori sanitari e socio-sanitari e ospiti delle Rsa, mentre il 15 marzo sarà inoculata la seconda dose a tutta la platea di medici presenti in Regione. Sempre il 21 febbraio saranno avviate le vaccinazioni per gli over 80. La Fase 3 partirà l’8 febbraio, con il vaccino AstraZeneca, le cui consegne sono previste per quel periodo. Per la Fase 4 occorrerà attendere indicazioni dal Governo.

Over 80: modalità

L’assessore alla Sanità, Luigi Genesio Icardi, ha illustrato le modalità per la vaccinazione dei soggetti over 80. Saranno i medici di famiglia a definire l’elenco degli over 80 secondo priorità caricandolo sulla piattaforma regionale. Le Asl fisseranno gli appuntamenti e li comunicano a paziente e medico di famiglia. In occasione della prima somministrazione del vaccino, poi, saranno comunicati la data e il luogo del richiamo. Saranno i medici di famiglia ad accompagnare nei centri vaccinali i propri pazienti e a inoculare le dosi.

 

 

Condividi
Top news
Glocal news
Video più visti
Foto più viste
Idee & Consigli