Il ragazzo con lo zainetto in piazza San Carlo: "Non sono un mostro"

E' stato interrogato per ore in Questura

Il ragazzo con lo zainetto in piazza San Carlo: "Non sono un mostro"
Cronaca 06 Giugno 2017 ore 13:34

E' stato interrogato per ore in Questura

Ha 23 anni e fa il magazziniere a Cinisello Balsamo. E' il giovane ripreso dalle telecamere di piazza San Carlo mentre, a torso nudo e con uno zainetto sulla schiena, allarga le braccia. Intorno a sé il vuoto creato dal fuggi fuggi generale delle migliaia di tifosi juventini in fuga. "Non sono un mostro" ha detto dopo l'interrogatorio durato ore nella Questura di Torino. Il suo gesto, quelle braccia allargate, erano per tranquillizzare la folla travolta dal panico. 

Nessuna accusa contro di lui, non risulta indagato: è stato ascoltato in qualità di testimone dagli uomini della Polizia di Stato che hanno raccolto i primi elementi per ricostruire la dinamica di quanto successo nel salotto buono di Torino durante la finale di Champions.