Inneggivana all’Isis: magrebino fermato, si aspetta il decreto di espulsione

Era nel mirino dei carabinieri del Ros di Torino

Inneggivana all’Isis: magrebino fermato, si aspetta il decreto di espulsione
12 Agosto 2016 ore 19:33

Era nel mirino dei carabinieri del Ros di Torino

Arrivava dal Piemonte il giovane tunisino di 26 anni, Bilel Chihaoui, fermato a Pisa. Da tempo, infatti, era nel mirino dei carabinieri del Ros di Torino e dei nuclei investigativo e informativo di Pisa.
Il magrebino avrebbe usato il web per inneggiare all’Isis e al compimento di attentati, postando anche la torre pendente e altri monumento della città toscana. Chihaoui si trova nella caserma del comando provinciale pisano in attesa di provvedimenti da parte della autorità italiane per lui. E’ stato chiesto al ministro Angelino Alfano un immediato decreto di espulsione dal territorio nazionale.

Turismo 2020
Top news
Glocal News
Foto più viste
Video più visti
Il mondo che vorrei
Gite in treno
Curiosità