Cronaca
a chivasso

La biblioteca si allarga al Movicentro, 450 mila euro per il suo adeguamento

Il primo cittadino: «Una nuova fruibilità degli spazi e di servizi per i giovani».

La biblioteca si allarga al Movicentro, 450 mila euro per il suo adeguamento
Cronaca Chivasso, 17 Ottobre 2021 ore 06:45

Una nuova vita per il Movicentro di Chivasso che ha alle spalle una storia travagliata. Oggi l’amministrazione del sindaco Claudio Castello ha deciso di recuperarlo per creare nuovi spazi per la biblioteca MoviMente fiore all’occhiello e vanto della città.
E’ stato infatti approvato il progetto esecutivo.

Una nuova vita per il Movicentro di Chivasso

«Diamo avvio ad una nuova fruibilità degli spazi e di servizi alla popolazione, soprattutto per le giovani generazioni – ha commentato con soddisfazione il sindaco Claudio Castello -, confermando l’identità culturale, aggregatrice e socializzante della Biblioteca MoviMente. Abbiamo pensato di donare a Chivasso un punto di interscambio intermodale cittadino con la forma di una struttura eco sostenibile quanto avveniristica e la sostanza di un modello per il territorio».

Il progetto

L’edificio è composto da due piani fuori terra ed un piano interrato ed è stato completato nel 2006, nell’ambito di recupero dell’ex scalo merci della stazione ferroviaria. Poi lo scorso anno è stato oggetto di ulteriori interventi. In passato aveva ospitato attività commerciali e di ristorazione, oggi è diventato punto di riferimento della cultura. Le opere del nuovo progetto, per un importo complessivo di 450 mila euro, serviranno a completare l’efficientamento energetico dell’edificio e a rifunzionalizzare gli spazi interni. Al piano terra verranno ricavati due grandi ambienti comunicanti destinati ad attività di studio, piccole conferenze e zona ristoro. Al primo piano sono previsti uno spazio studio ed il locale delle centrali tecnologiche. Si procederà così all’eliminazione di alcuni locali di servizio non più necessari.
Il completamento delle opere di isolamento termico e di risoluzione dei ponti termici si attuerà attraverso diversi interventi. Tutte le lavorazioni dovranno rispettare le condizioni previste dai nuovi criteri ambientali minimi per l’edilizia (CAM), aggiornati secondo il Decreto Ministeriale 11 ottobre 2017. Grande attenzione sarà prestata inoltre agli impianti tecnologici, all’acustica, all’abbattimento delle barriere architettoniche.

Il commento del sindaco

«Come Amministrazione Comunale – ha aggiunto l’assessora all’Istruzione e alla Biblioteca Tiziana Siragusa - non possiamo che esprimere la nostra soddisfazione per l'imminente realizzazione dei lavori che permetteranno al Movicentro di diventare un importante supporto alla biblioteca civica. Una biblioteca come la nostra, Polo Area e cuore culturale della nostra Città, ha la necessità di spazi più ampi dove ospitare i molti studenti che la frequentano e le numerose iniziative culturali ed artistiche che animano Chivasso».