verolengo

“La festa di San Martino ci sarà”

Il primo cittadino ha invitato Pro Loco e Borghi a partecipare all’assemblea per definire l’organizzazione.

“La festa di San Martino ci sarà”
Chivasso, 18 Ottobre 2020 ore 06:33

«Domenica 15 novembre la Festa di San Martino si svolgerà». Questo quanto annunciato dal sindaco di Verolengo Luigi Borasio durante l’incontro che si è svolto lunedì 12 ottobre nella sala del Consiglio comunale. All’assemblea erano presenti i rappresentanti della Pro Loco guidati dal presidente Giancarlo Albano e un buon numero di Borghi.

La festa di San Martino

«La volontà dell’Amministrazione è quella di organizzare una manifestazione con i verolenghesi – spiega Borasio – spesso leggiamo polemiche sul fatto che gli eventi siano promossi da realtà al di fuori dei nostri confini. Questa volta vogliamo che sia Verolengo ad organizzare. Ecco perché vogliamo chiedere a voi l’aiuto, la vostra disponibilità».

Il ruolo della Pro Loco

E in tutto questo la Pro Loco svolgerà nuovamente un grande compito. Infatti, a differenza di quello detto alcuni mesi fa, dove aveva deciso di non promuovere più alcun evento fino a fine anno, lunedì sera Albano ha spiegato che l’associazione turistica sarà in campo non solo allestendo il proprio stand dove si potrà gustare il «pien pruss» e un bicchiere di vino ma anche con la documentazione «Scia» necessaria per la preparazione degli alimenti per quei Borghi che non sono costituiti in associazione e con la concessione del materiale, come le plance.
Una riunione dove sin da subito sono stati sottolineati due aspetti che rendevano difficoltosa la presenza dei Borghi: la forza lavoro e il denaro.

Previsto un contributo

«Se il problema sono i fondi per acquisire la materia prima – ha spiegato Borasio – possiamo prevedere, attraverso la Pro Loco, un contributo».
Parole quelle del sindaco che hanno smosso un po’ la situazione che sarà definita nei prossimi giorni dopo che ogni rappresentante si sarà consultato con il gruppo.
Sicura la partecipazione, per il momento, della Pro Loco, degli Alpini per la tradizionale Castagnata con vin brulè e la rottura della pignatta, l’esibizione della Banda musicale e la presenza di frazione Borgo Revel con uno stand.
«Inoltre – spiega l’assessore alla cultura Daniela Caminotto – abbiamo già contattato un’associazione per proporre nuovamente una mostra di antichi mestieri».

Tanti eventi per il futuro

Alla domanda se si potrà organizzare qualcosa anche in Primavera, l’assessore Caminotto ha spiegato: «Sì, ma prima della primavera ci sarà il Natale. Vorremo proporre nuovamente “Accendiamo il Natale” e quest’anno vi stupiremo con gli effetti speciali. Inoltre, salvo impossibilità per via del Covid19, ci sarà anche un concerto in chiesa parrocchiale.
Inoltre, annuncio già, che verso la fine dell’anno le associazioni saranno convocate per redigere un calendario di appuntamenti per il 2021 così che tutti sappiano quel che viene organizzato e non si sovrappongano gli eventi».

Turismo 2020
Top news
Glocal News
Foto più viste
Video più visti
Il mondo che vorrei
Gite in treno
Curiosità