Cronaca
saluggia

«La Giunta Barberis ha sempre fatto di tutto per far morire il commercio»

Il consigliere Pedrazzini commenta anche la scarsa pubblicità data all’iniziativa di Ascom.

«La Giunta Barberis ha sempre fatto di tutto per far morire il commercio»
Cronaca Vercellese, 19 Dicembre 2021 ore 11:50

Ascom Vercelli, anche in questi mesi di pandemia, è sempre stata vicina ai commercianti, pronta a supportarli con consigli e anche iniziative per superare le difficoltà. Non ultima quella promossa in occasione del Santo Natale, «Natale Ascom».

«La Giunta Barberis ha sempre fatto di tutto per far morire il commercio»

E Saluggia, a questa iniziativa, aderisce? E’ questa la domanda che in questi giorni qualche cittadino si è posto e tra questi c’è anche il consigliere d’opposizione Emanuele Pedrazzini: «Io sono venuto a conoscenza di questo concorso lo scorso weekend a Crescentino. Nei locali così come per la città c’erano molti manifesti. A Saluggia non ce ne sono quasi. Credo che anche in questo caso il Comune abbia dimostrato il suo totale disinteresse verso il commercio locale. Già perché avrebbe potuto pubblicizzarla come iniziativa proprio per favorire le attività del paese. La possibilità, infatti, di partecipare ad un concorso con in premio un’auto potrebbe incentivare gli acquisti nei negozi al dettaglio. E’ un beneficio che i clienti avrebbero ma nulla. A Saluggia l’Amministrazione non è proprio interessata a salvare questo settore e lo ha dimostrato anche nel corso dell’ultimo Consiglio comunale quando il sindaco Firmino Barberis ha affermato che se non c’è domanda i negozi chiudono oppure non aprono proprio e che la grande distribuzione ha provocato il declino del commercio al dettaglio. Ma noi, come schieramento di opposizione, reputiamo che il Comune debba sostenere il commercio rimasto perché se no Saluggia si trasformerà sempre più in un paese dormitorio

Ma questo pensiero il sindaco lo ha manifestato anche ai commercianti del posto. Glielo ho detto in faccia più volte.
Se a Saluggia c’è ancora un po’ di vita, delle attività, in frazione più nulla. Salvo la Posta, restata perché noi cittadini abbiamo pagato un ricorso e ottenuto che il servizio restasse, non c’è più nulla. Se una persona, che non ha l’auto, vuole uscire per prendere un caffè, non può. Si stanno cancellando tutte le occasioni di socialità al di fuori degli eventi organizzati dalle associazioni».
«Il fatto di non aver nemmeno aderito all’iniziativa Distretto del Commercio, vuol dire essere esclusi da dinamiche che mantengono vivo il commercio - commenta ancora Pedrazzini - Ma, ribadisco, a loro non interessa. Loro hanno cercato e stanno cercando ancora di uccidere il commercio locale. Lo hanno fatto con un imprenditore che avrebbe voluto aprire un supermercato già nel 2015. Lo fanno con tutti. L’Amministrazione è totalmente assente con i commercianti».