La protesta contro i maxi-conguagli ai condomini dell'Atc

La manifestazione martedì 28 febbraio

La protesta contro i maxi-conguagli ai condomini dell'Atc
Cronaca 01 Marzo 2017 ore 10:48

La manifestazione martedì 28 febbraio

Sospendere i conguagli da migliaia di euro pervenuti ai condomini dell’Atc almeno finchè non siano stati verificati gli importi. Questo in sintesi l’impegno dell’emendamento al ddl n.229 presentato oggi da Gian Luca Vignale, consigliere del neo costituito gruppo regionale Movimento Nazionale per la Sovranità.
“Abbiamo organizzato una manifestazione davanti al Consiglio Regionale - ha spiegato Vignale - per bloccare maxi cartelle, molte delle quali errate, di migliaia di euro pervenute ai residenti delle case Atc. Un primo risultato l’abbiamo raggiunto: l’assessore si è di fatto reso disponibile ad incontrare i vertici dell’Atc, ma per tutelare le famiglie più degli incontri servono i fatti”.
“Per questo motivo - continua -  chiediamo la sospensione dei pagamento fino alle verifica degli importi richiesti da parte della Commissione utenza che per legge avrebbe già dovuto esser costituita. Inoltre chiediamo che venga rispettata la normativa regionale che obbliga l’Atc a dotare ciascun alloggio di strumenti di telelettura informatizzata ed elettronica. Ancora oggi, nonostante i residenti degli alloggi popolari non sanno quali consumi pagano”.
Vignale si augura che il Consiglio Regionale si renda conto che sostenere il diritto alla casa significhi garantire anche trasparenza  e qualità degli alloggi e che si renda disponibile, proprio mentre si propone il voto di una legge sulla morosità colpevole, a tutelare le tante famiglie che a fatica riescono a pagare gli affitti e le spese Atc.