Cronaca
SALUGGIA E CHIVASSO

L’addio a Boggio, imprenditore appassionato di calcio

Un uomo che ha dedicato tutta la sua vita al lavoro e alla famiglia che tanto amava: «Siamo sempre stati uniti, non ci ha mai fatto mancare nulla».

L’addio a Boggio, imprenditore appassionato di calcio
Cronaca Vercellese, 16 Luglio 2022 ore 06:30

E’ giovedì mattina (7 luglio) quando si diffonde la triste notizia della scomparsa di Valerio Boggio.

L’addio a Valerio Boggio

E’ giovedì mattina (7 luglio) quando si diffonde la triste notizia della scomparsa di Valerio Boggio. Una scomparsa che ha lasciato un grande vuoto nella comunità di Saluggia ma anche nell’intero territorio del Chivassese e Vercellese che lo conoscevano per la sua grande professionalità.
Valerio, infatti, era molto apprezzato per la sua attività lavorativa che gestiva insieme alla moglie Liliana, cioè il «Colorificio Vass'Color» di via dei Marinai D'Italia a Chivasso.
Lui, infatti, sino a quando la malattia glielo ha permesso, lavorava in quest’attività che era il suo orgoglio.
I tanti clienti che, rimasti sotto choc dalla notizia della sua scomparsa, lo ricordano come una persona sempre puntuale e precisa, sempre disponibile nello spiegare e illustrare le caratteristiche dei materiali che conosceva molto bene. Sempre disponibile, consigliava le persone che si recavano nel suo punto vendita perché voleva soddisfare le loro esigenze. E tanti sono anche i decoratori che lo hanno ricordato con parole di stima e affetto.

Il ricordo

«Papà ha sempre lavorato qui in Colorificio Vass’Color a Chivasso con mia mamma – racconta la figlia Chiara - Hanno sempre lavorato e gestito il negozio insieme. Avendo il negozio purtroppo non ha mai avuto molto tempo da dedicare ad altro. Ma era contento così. Siamo stati e una famiglia molto unita. Ci ha sempre messo al primo posto e non ci ha mai fatto mancare nulla».

Prima di aprire questa attività con sua moglie, aveva lavorato per la ditta Testa di Saluggia.

Valerio era una persona buona, che ha sempre sostenuto il territorio e la sua Saluggia come racconta anche l’ex presidente della Virtus Saluggese Gigi Momo: «Era stato nella dirigenza della nostra società intorno al 2005/2006 quando il figlio giocava da noi.
Ricordo che aveva scelto di esser nostro sponsor tant’è che aveva donato alla società non solo le maglie ma anche altri capi di abbigliamento.
Ha sempre sostenuto il calcio locale, sempre dato qualcosa alla nostra società. A lui va il nostro grazie per tutto quello che ha fatto».

Valerio Boggio era legato al calcio locale anche perché da giovane anche lui aveva indossato i colori del Saluggia.
Inoltre, era anche vicino all’Asd Volley Saluggia, società nella quale militava invece la figlia.

Con la sua scomparsa all’età di 65 anni lascia un grande vuoto nella vita della moglie Liliana, dei figli Chiara e Marco con Roberto con Serena, del cognato Gabriele.

I funerali si sono svolti sabato 9 luglio nella chiesa di Saluggia.

Resta sempre aggiornato sulle notizie del tuo territorioIscriviti alla newsletter