Cronaca
CHIVASSO

Maestra denunciata, le mamme "Ha maltrattato i nostri figli"

Queste le pesanti accuse mosse nella giornata di lunedì 8 novembre ai carabinieri di Verolengo.

Maestra denunciata, le mamme "Ha maltrattato i nostri figli"
Cronaca Chivasso, 13 Novembre 2021 ore 06:00

Maltrattamenti. Queste le pesanti accuse mosse da due mamme che nella giornata di lunedì 8 novembre si sono presentate dai carabinieri di Verolengo per sporgere denuncia contro l’insegnante dei loro figli.

"La maestra ha maltrattato i nostri figli"

Maltrattamenti. Queste le pesanti accuse mosse da due mamme che nella giornata di lunedì 8 novembre si sono presentate dai carabinieri di Verolengo per sporgere denuncia contro l’insegnante dei loro figli.
Una storia ancora tutta da chiarire, con gli inquirenti coordinati dal Capitano Luca Giacolla che si stanno muovendo nel massimo riserbo per tutelare tutte le persone coinvolte.
Stando a quanto raccontato ai militari dalle due donne, tutti i genitori sarebbero stati a conoscenza di quanto avvenuto in classe, alla primaria «Marconi» dell’Istituto Comprensivo Cosola di Chivasso, ma al momento di fare il passo in avanti solo loro due avrebbero deciso di «metterci la faccia».
Un paio gli episodi contestati: uno scappellotto sulla testa di un bambino e un suo compagno che si sarebbe fatto la pipì addosso, anche se non è chiaro il contesto.

La denuncia

La notizia della denuncia ha ben presto fatto il giro della scuola, e di conseguenza della città.
Molti genitori preferiscono non dire nulla, altri invece, si sono lanciati in difesa dell’insegnante, da anni nel corpo docente della Marconi e conosciuta e stimata da tutti.

La difesa dei genitori

«Non sarebbe mai in grado di far del male a un suo alunno - ci racconta una mamma, con la promessa dell’anonimato - anzi, li tratta tutti come figli».
Nessuno, invece, vuole entrare nel merito della denuncia, che sarà ora al vaglio della Procura della Repubblica di Ivrea.
E’ molto probabile che nell’immediato siano presi provvedimenti mirati, anche se tutto dovrà avvenire nell’assoluto interesse dei bambini e dell’insegnante.
Non è raro, infatti, che accuse come queste (o anche molto più gravi) si chiudano con un nulla di fatto, o con un sostanziale ridimensionamento dei fatti.
Non è nemmeno da escludere che la docente possa decidere, a sua tutela, di sporgere una denuncia per calunnia nei confronti delle mamme.

Seguici sui nostri canali