Cronaca
TORINESE

Mamma in ospedale, i vigili diventano babysitter

A causa dell'impossibilità di trovare una soluzione con i servizi sociali.

Mamma in ospedale, i vigili diventano babysitter
Cronaca Torino, 04 Febbraio 2022 ore 14:09

Sabato 16 gennaio 2022 hanno soccorso una mamma di Beinasco ricoverata d’urgenza in ospedale per Covid. E, nell’impossibilità di trovare con i servizi sociali una soluzione immediata per i tre figli minori si sono improvvisati baby-sitter.

Mamma in ospedale, i vigili diventano babysitter

Sabato 16 gennaio 2022 hanno soccorso una mamma di Beinasco ricoverata d’urgenza in ospedale per Covid. E, nell’impossibilità di trovare con i servizi sociali una soluzione immediata per i tre figli minori, il più piccolo di appena un anno, si sono improvvisati baby-sitter e hanno trascorso con loro il tempo necessario per custodirli e accudirli fino alle dimissioni protette della donna, avvenute in serata. Giochi, caramelle, attenzioni. Baby-sitter per un giorno, con divisa e distintivo.

Una targa di elogio ai due agenti

Protagonisti due agenti della Polizia locale di Beinasco, Maurizio Leto, già volontario della Croce bianca di Rivalta, e Marco Miotto. Venuto a conoscenza dell’episodio, il consigliere regionale Davide Nicco ha così deciso di conferire una targa di elogio ai due vigili e al comandante della polizia locale, il commissario capo Sergio Florio che ha autorizzato e coordinato l’operazione.

Il riconoscimento

La targa è stata consegnata da Nicco stamane in una cerimonia presso la Sala Consiliare di Beinasco assieme al sindaco Daniel Cannati e all’assessore Daniele Bettolo. Questa la motivazione:

«Per aver coordinato il soccorso, il giorno 16 gennaio 2022, di minori in difficoltà e della loro madre garantendo l’incolumità di tutto il nucleo familiare, dimostrando una spiccata professionalità, uno spiccato senso del dovere e di devozione verso i cittadini beinaschesi».

Il commento di Nicco: «Il loro è stato un piccolo grande gesto di sensibilità che ci ricorda quanto l’umanità e il senso di comunità debbano sempre guidare le nostre azioni e siano valori primari che vanno salvaguardati al di là di regolamenti e rigidità burocratiche».

Resta sempre aggiornato sulle notizie del tuo territorioIscriviti alla newsletter