Folgorato dalla corrente

Mattia muore in un incidente sul lavoro in Nuova Zelanda

Giordano abitava a Auckland ormai da diversi anni: aveva lasciato l'Italia nel 2012.

Mattia muore in un incidente sul lavoro in Nuova Zelanda
25 Agosto 2020 ore 15:28

Mattia Giordano muore in un incidente sul lavoro in Nuova Zelanda. E’ rimasto folgorato dalla corrente a Auckland.

Mattia muore in un incidente sul lavoro

Il sogno neozelandese spezzato all’improvviso da un incidente sul lavoro.  Come riportano i colleghi di Notizia Oggi, Mattia Giordano aveva 30 anni, era cresciuto a Fara anche se la famiglia è originaria di Ghemme. È morto dall’altra parte del mondo, a Auckland, lontano dai suoi familiari: una tragedia che ha sconvolto i paesi della bassa Valsesia dove la famiglia risiede e lavora.

Passione per la falegnameria

Giordano sognava un futuro in Nuova Zelanda. Aveva lasciato l’Italia nel 2012, pieno di aspettative. Aveva seguito gli studi professionali di falegnameria, e lavorare il legno era la sua passione. Subito era riuscito a trovare un lavoro, integrandosi nella comunità locale.

Il lutto

Prima di partire per la Nuova Zelanda, il ragazzo aveva lavorato in zona, impiegato in un supermercato di Carpignano. La famiglia è distrutta. Attualmente i genitori gestiscono il bar vicino al campo sportivo e alla scuola di Fara Novarese. Il ragazzo lascia anche il fratello Riccardo. Ora si aspetta il rimpatrio della salma per fissare il funerale.

TORNA ALLA HOME PAGE

Turismo 2020
Top news
Glocal News
Foto più viste
Video più visti
Il mondo che vorrei
Gite in treno
Curiosità