dopo le polemiche

Mezzi pesanti lungo la provinciale, Amazon pronta ad intervenire

L'incontro tra Città Metropolitana e l'azienda che ha un polo a Torrazza.

Mezzi pesanti lungo la provinciale, Amazon pronta ad intervenire
Chivasso, 20 Ottobre 2020 ore 17:14

Amazon interverrà per risolvere i problemi causati dai mezzi pesanti parcheggiati sulla strada provinciale 90 a Rondissone.

Caos mezzi pesanti lungo la provinciale

Amazon si è resa disponibile a limitare i problemi legati allo stazionamento dei mezzi pesanti sulla strada provinciale 90 a Rondissone e i rifiuti lasciati per strada in corrispondenza del polo logistico. Si è tenuto ieri un incontro tra i vertici della Città metropolitana di Torino e quelli di Amazon, per far fronte alle numerose lamentele pervenute dai Comuni coinvolti, Rondissone e Torrazza, dal Consorzio irriguo di Chivasso, dai Carabinieri a causa dello scorretto stazionamento di mezzi pesanti, in attesa di accedere al polo logistico, sul bordo strada della strada provinciale 90 a Rondissone.

Amazon pronta ad intervenire

Durante l’incontro, a cui hanno partecipato il vicesindaco Marco Marocco, il consigliere delegato Fabio Bianco e gli uffici tecnici della Viabilità della Città metropolitana, Amazon si è impegnata a individuare aree a parcheggio fuori dai sedimi stradali dove i loro fornitori possano attendere; installare un tratto di barriera a bordo carreggiata per impedire fisicamente la sosta non consentita a bordo strada; eseguire un intervento di pulizia nelle aree degradate e avviare una campagna informativa ai fornitori perché mantengano comportamenti corretti e sostino negli opportuni spazi individuati.

La collaborazione

Il vicesindaco Marco Marocco ritiene che con queste misure il problema verrà superato e ha apprezzato la disponibilità di Amazon. “Per parte nostra” ha dichiarato “solleciteremo i Comuni e le polizie locali a fare controlli nel caso si verifichino nuovamente problemi”.

Food delivery
Top news
Glocal News
Foto più viste
Video più visti
Il mondo che vorrei
Gite in treno
Curiosità