Michel Platini in stato di fermo, si indaga su una tangente milionaria

Al centro dell'inchiesta l'assegnazione dei Mondiali di Calcio 2022 al Qatar.

Michel Platini in stato di fermo, si indaga su una tangente milionaria
Cronaca 18 Giugno 2019 ore 12:37

L’ex stella del calcio Michel Platini, già presidente Uefa, è stato fermato dopo un’inchiesta su una tangente per i mondiali del Qatar 2022.

Michel Platini in stato di fermo

L’ex stella del calcio europeo, e volto storico associato ai colori della Juventus, Michel Platini è in stato di fermo dopo l’esecuzione delle misure seguite a una maxi inchiesta su una presunta corruzione per l’assegnazione del Mondiali di Calcio 2022 al Qatar. ’ex presidente Uefa, coi volto nell’inchiesta sulla corruzione per l’assegnazione dei Mondiali di calcio al Qatar, è stato potato nei locali dell’Ufficio anticorruzione della polizia giudiziaria di Nanterre ed è ora in custodia cautelare.

I retroscena

L’ex pluri-pallone d’oro (ne ha conquistati in tutto tre), come riferiscono gli organi di informazione francesi, ammesso di aver votato per il Qatar nello scrutinio del 2 dicembre 2010 per l’assegnazione ai mondiali, era infatti stato già ascoltato nel dicembre 2017 ed era stato convocato in qualità di testimone anche questa mattina. Poi la decisione di trattenerlo. Nominato ospite della Coppa del mondo nel dicembre 2010, il Qatar è stato il centro di numerose controversie.

platini

L’indagine

L’indagine, come detto, parte da lontano. Insieme a Platini, inoltre, come riporta il sito francese Mediapart, sono coinvolti nella vicenda anche Sophie Dion e Claude Gueant, ex consiglieri di Sarkozy quando questi era presidente di Francia.

Condividi
Top news
Glocal news
Video più visti
Foto più viste
Curiosità