Monossido di carbonio killer, morti due turisti francesi

Le esalazioni del monossido di carbonio continuano a uccidere e a intossicare.

Monossido di carbonio killer, morti due turisti francesi
Torino, 25 Dicembre 2018 ore 16:46

Due turisti francesi sono rimasti uccisi dalle esalazioni del Monossido di Carbonio in una baita in Piemonte.

Monossido di carbonio killer

Il Monossido di carbonio ha fatto ancora vittime. L’ultimo dramma si è consumato nelle ultime ore all’interno di una baita della Val Varaita, nel cuneese. L’incidente è avvenuto all’interno di un’abitazione del comune di Montegrosso Grana. Qui, nelle ultime ore, sono stati scoperti i corpi ormai senza vita delle due vittime del dramma.

Le vittime

Le due vittime dell’incidente causato dalle esalazioni del monossido di carbonio sono due turisti francesi, entrambi di 57 anni, che stavano trascorrendo le festività nella baita isolata. Quando i vigili del fuoco e i sanitari del 118 sono intervenuti sul posto dopo l’allarme, i locali dell’abitazione erano saturi di gas e una delle due stufe a legna era ancora accesa e funzionante. Per i due turisti, però, non c’era purtroppo più niente da fare.

Un incidente anche a Torino

Nelle ultime ore il monossido di carbonio ha rischiato di trasformarsi in tragedia anche a Torino. E’ successo in un’abitazione del quartiere Borgo San Paolo del capoluogo. Salvi, in questo caso, i due coniugi che abitano nell’appartamento. Entrambi sono stati soccorsi dai sanitari del 118 e trasferiti all’ospedale Martini di Torino per tutti gli accertamenti del caso.

I precedenti

Appena pochi giorni fa una famiglia di Castagneto Po ha rischiato la vita proprio a causa del malfunzionamento di una caldaia. Intorno alle 3 di notte gli inquilini di una casa di stradale Torino 35 hanno fatto scattare l’allarme dopo aver accusato alcuni malori che la centrale operativa del 112 ha subito ricondotto alle esalazioni di una stufa difettosa, facendo convergere sul posto vigili del fuoco e ambulanze. A restare intossicate, e per fortuna non in gravi condizioni, l’intera famiglia. Il papà di 41 anni, la mamma di 35, tre figli di età compresa tra i 4 e gli 11 insieme a una neonata di appena 3 mesi, sono stati trasferiti e visitati al pronto soccorso dell’ospedale di Chivasso.

Turismo 2020
Top news
Glocal News
Foto più viste
Video più visti
Il mondo che vorrei
Gite in treno
Curiosità