'Ndrangheta, M5S presenta un ordine del giorno su “questione morale a Chivasso”

Cronaca 13 Maggio 2021 ore 16:25

Presentato un Odg in Consiglio comunale per discutere delle recenti vicende di cronaca che vedono i tentacoli della malavita su Chivasso e altre città piemontesi. Mentre la Dda la Dia di Torino hanno concluso l'operazione Platinum è emerso un interesse per le elezioni amministrative svoltesi nella nostra città a giugno 2017.

'Ndrangheta, M5S presenta un Ordine del giorno

«Leggendo i vari articoli emerge che la criminalità teme il Movimento 5 Stelle locale, ma trova sempre interlocutori attenti nei politici locali. Mentre la Giustizia fa il suo corso – dichiara Marco Marocco, consigliere del Movimento 5 Stelle in Consiglio comunale a Chivasso –, la politica ha il dovere di discutere sulla "questione morale" di questa vicenda. Noi non abbiamo mai cambiato idea sull'impegno sottoscritto con Libera nel 2012. Anche il sindaco firmò un impegno nel 2017 con Avviso pubblico. Il contrasto alle mafie deve passare dai buoni esempi e dai seri comportamenti. Azioni che devono dare un segnale chiaro e forte all'opinione pubblica, che il contrasto alla criminalità è quanto di più lontano da interessi personali e politici».

"La criminalità ha infatti due caratteristiche: rendersi visibili sul territorio a imprenditori e politici ma anche rendersi invisibili alle forze dell'ordine e alla magistratura. Fortunatamente questa invisibilità non sempre riesce.

Considerato che non sono stati rilevati profili penali nei confronti del sindaco e nemmeno dei due consiglieri comunali, abbiamo depositato un ordine del giorno per creare un primo momento di riflessione pubblica nel prossimo Consiglio comunale" - si legge nel documento.

«Il nostro Odg – conclude Fabio Cipolla, capogruppo del M5S – ha già guadagnato una prima medaglia. Oggi, giovedì 13 maggio 2021,  in Conferenza capigruppo è stato oggetto di attenzione da parte del capogruppo Doria il quale ha voluto verificare se era davvero possibile inserirlo in discussione nel prossimo Consiglio in quanto pervenuto oltre i termini di regolamento. A quanto pare è giunto nei termini».