Cronaca
TORRAZZA PIEMONTE

Nell'officina meccanica trovati rifiuti e lavoratori in nero

Blitz dei carabinieri. Sanzioni per quasi 11 mila euro.

Nell'officina meccanica trovati rifiuti e lavoratori in nero
Cronaca Chivasso, 03 Aprile 2021 ore 06:00

Un intervento in grande stile quello che la scorsa settimana ha portato i carabinieri di Verolengo, coordinati dai Marescialli Bruno Enrico Ajelli e Antonino Pane, ai cancelli di un’officina meccanica di Torrazza Piemonte, in strada Cascina Rossa.

Blitz dei carabinieri nell'officina meccanica

Un intervento in grande stile quello che la scorsa settimana ha portato i carabinieri di Verolengo, coordinati dai Marescialli Bruno Enrico Ajelli e Antonino Pane, ai cancelli di un’officina meccanica di Torrazza Piemonte, in strada Cascina Rossa.

Trovati rifiuti e lavoratori in nero

Stando agli accertamenti, effettuati con l’intervento dei Carabinieri Forestali e del Nucleo Cinofili di Volpiano, e dei colleghi del Nucleo Carabinieri Ispettorato del Lavoro di Torino (impegnati già da inizio pandemia alla verifica del rispetto dei protocolli negli ambienti di lavoro) la struttura sarebbe stata poco meno che «abusiva», con una gestione quantomeno «allegra» dei rifiuti legati alla riparazione di autoveicoli e furgoni, dall’olio motore alle batterie, passando per interi motori, pezzi di carrozzeria e fusti pieni di liquidi non ancora identificati.

Nel corso dei controlli da parte del NIL sarebbero stati identificati anche due lavoratori in nero, mentre altre persone (entrate nell’officina per far riparare auto senza che però nessuno lo volesse ammettere) sono state sanzionate per violazione alla normativa Covid.

Maxi multa

Complessivamente, i militari hanno elevato sanzioni per 10 mila euro. Come se non bastasse, in un magazzini (abbandonato?) a pochi metri dall’officina, i carabinieri hanno trovato numerose bombole di stargon e ossigeno, utilizzati per saldature, in condizioni di stoccaggio non certo ottimale.

Di conseguenza, i militari non hanno potuto far altro che chiedere l’intervento dei Vigili del Fuoco per la messa in sicurezza della zona. L’attività è stata chiusa per violazione protocolli Covid.