Neonato morto dopo l'abbandono. Dopo la rabbia scatta la solidarietà, gli utenti dei social: "Paghiamo noi i funerali"

Anche il sindaco Fabrizio Puppo ha espresso il suo sgomento per l'accaduto di questa mattina 

Neonato morto dopo l'abbandono. Dopo la rabbia scatta la solidarietà, gli utenti dei social: "Paghiamo noi i funerali"
Cronaca 30 Maggio 2017 ore 20:07

Anche il sindaco Fabrizio Puppo ha espresso il suo sgomento per l'accaduto di questa mattina 

“Questa notizia mi ha letteralmente straziato il cuore prima di tutto come padre. Un neonato abbandonato per strada è una tragedia che lascia sgomenti, è una sconfitta per tutta la società. Un piccolo angelo volato in cielo in questo modo è un dramma che non trova conforto in nessuna parola. Al momento non sappiamo se chi ha abbandonato il neonato sia residente a Settimo, sono in corso le indagini da parte dei carabinieri, speriamo di avere aggiornamenti il prima possibile". Lo afferma il sindaco di Settimo Fabrizio Puppo che per l'intera giornata ha seguito l'evolversi della vicenda. 

Intanto, dopo la rabbia che si è scatenata sui social dopo la notizia dell'abbandono e, dopo, della morte del neonato ritrovato questa mattina in via Torino, è arrivato il momento della solidarietà e della compassione. Sui social network, e in particolare tra i post del gruppo è partita una catena di solidarietà per organizzare e pagare il funerale del neonato. 
Le "adesioni" alla proposta di una utente del gruppo hanno già superato sono state espresse con oltre cento commenti. Un'idea sulla cui possibilità non ci sono conferme, ma la catena di solidarietà settimese si è già messa in moto.