Cronaca
si ipotizza il reato di concussione.

Nomine pilotate dei manager Asl: aperta un'inchiesta

Le Asl su cui si indaga sono: Asl  To5 di Moncalieri, la To4 di Ivrea e anche l’Asl Città di Torino.

Nomine pilotate dei manager Asl: aperta un'inchiesta
Cronaca Chivasso, 27 Aprile 2022 ore 10:17

Aperta un’inchiesta su possibili pressioni per pilotare alcune nomine di manager della sanità in alcune aziende sanitarie.

Nomine pilotate dei manager dell'Asl: aperta un'inchiesta

La Procura di Torino ha aperto un’inchiesta su possibili pressioni per pilotare alcune nomine di manager della sanità in diverse aziende sanitarie.

Ad insospettire sono stati alcuni incarichi affidati dai direttori generali. La scelta di alcuni nomi  potrebbe infatti essere stata influenzata dall’esterno, da ambienti politici o da lobby legate al mondo della sanità, e per questo si potrebbe ipotizzare il reato di concussione.

Una situazione legata nomine  della scorsa primavera, quando la Regione Piemonte ha  nominato i direttori generali di aziende sanitarie locali e di aziende ospedaliere.

Pochi giorni dopo, i direttori generali hanno scelto i loro più stretti collaboratori, direttore amministrativo e direttore sanitario. E  proprio quelle nomine sono finte nel mirino degli investigatori con il sospetto che ci siano state influenze indebite  per assegnare il ruolo a uno piuttosto che ad un altro. I direttori generali non sarebbero artefici della concussione, ma possibili vittime delle pressioni.

Partita l'inchiesta

L’inchiesta, su cui c'è massimo riserbo, sarebbe partita sei mesi fa, quando al palazzo di giustizia di Torino è arrivata la documentazione relativa ad un’indagine di un’altra procura in cui si evidenziavano circostanze sospette e possibili reati  per la  nomina dei manager. Le Asl su cui si indaga sono: Asl  To5 di Moncalieri, la To4 di Ivrea e anche l’Asl Città di Torino.

Resta sempre aggiornato sulle notizie del tuo territorioIscriviti alla newsletter