IL FATTO

Nursind AslTo4: “Gli eroi senza ferie e al caldo”

Il sindacato pronto ad un'azione di protesta.

Nursind AslTo4: “Gli eroi senza ferie e al caldo”
Chivasso, 06 Giugno 2020 ore 18:33

Nursind dell’Asl To4 pronto ad un’azione di protesta: “Dai ringraziamenti a vittime sacrificali. Gli eroi senza ferie e al caldo”.

Nursind Asl To4

“Ha dell’incredibile ciò che i dipendenti dell’ASLTO4 si sono visti recapitare sulla propria casella sono visti recapitare sulla propria casella di posta aziendale. afferma Giuseppe Summa di Nursind –  Infatti la lettera a firma del Direttore Generale Dott. Lorenzo Ardissone recita: “E’ in effetti necessario un contemperamento delle opposte necessità tra la primaria esigenza del servizio da garantire e il legittimo, anche se subordinato, interesse del dipendente alla fruizione delle ferie”. In pratica la Direzione Generale dell’ASLTO4, con un atteggiamento assolutamente pilatesco, scarica ogni responsabilità ai Direttori e i Coordinatori dei servizi, che dopo aver vissuto assieme al resto del personale mesi intensi, si trovano costretti a dover decidere se poter garantire il diritto delle ferie estive o meno. Come Nursind abbiamo scritto immediatamente ai vertici dell’ASLTO4, affinché venga revocata la disposizione inviata e sia garantito il diritto alle ferie estive. Dopo mesi di duro lavoro infatti, riteniamo assolutamente irrinunciabile il diritto degli operatori sanitari di vedersi garantito il giusto meritato riposo. Eppure sono passate poche settimane da quando lo stesso Dott. Ardissone ringraziava pubblicamente il personale per l’immenso lavoro effettuato in una situazione che mai ad oggi si era verificata.
Oltre alla revoca della disposizione -prosegue Giuseppe Summa-, abbiamo richiesto un incontro urgente e l’invio da parte dell’Azienda, del piano ferie estive autorizzato entro e non oltre il 20 Giugno”.

“Lavorare senza impianti di condizionamento”

“Dopo tale data nell’eventualità di risposte negative, il Sindacato Nursind si rivolgerà all’Ispettorato del Lavoro e metterà in atto tutte le azioni di protesta previste dalla Legge. – prosegue Summa –  Infatti mentre nelle altre ASL Piemontesi è stato predisposto un piano ferie ed è stata fatta un’attenta valutazione sul funzionamento degli impianti di condizionamento, nell’ASLTO4 regna il caos assoluto. Non è pensabile che gli operatori sanitari dell’ASLTO4 siano costretti a lavorare l’intera estate in assenza di impianti di condizionamento. Ovviante lo stesso disagio varrà anche per i pazienti. In questo caso il caldo metterà a rischio le condizioni psico-fisiche del personale e aumenterà notevolmente i tempi di assistenza/prestazioni.
Inoltre contrariamente agli anni passati, per questa estate non è stata prevista la stessa riduzione dell’attività chirurgica.
Ci chiediamo dopo mesi intensi come sia possibile pensare di implementare l’attività chirurgica con le stesse risorse umane a disposizione.
Ad oggi non sappiamo se la problematica delle ferie sia correlata ad una carenza di personale (molto probabile) o ad una paura da parte dell’Azienda di un eventuale ritorno della pandemia.
Nel primo caso chiediamo che l’Azienda proceda con assunzioni anche in virtù delle risorse nazionali messe a disposizione, mentre nella seconda eventualità, non comprendiamo le preoccupazioni, considerato che gli operatori con grande senso del dovere, sarebbero richiamabili in caso di emergenza.
E forse secondo Nursind la preoccupazione dell’Azienda potrebbe nascondersi proprio dietro alla motivazione che in caso di interruzione delle ferie, i dipendenti avrebbero diritto a tutte le spese anticipate oltre al rimborso del viaggio.
Infine Nursind a seguito dei dati elencati ieri nella riunione relativa all’attuale organizzazione aziendale, avanza alcune legittime perplessità che riguardano il rischio di iper afflusso estivo dei pronto soccorso e di alcuni reparti.
Infatti a causa della riduzione di disponibilità di posti letto legata alle indicazioni nazionali e regionali, dell’ aumento del numero degli accessi in pronto soccorso e le difficoltà da parte delle RSA a causa di carenza di personale, a breve la situazione che si prospetta non è certamente tra le più rosee”.
Il 12 Giugno intanto, si terrà l’incontro tra ASLTO4 e i sindacati, in merito al riconoscimento della premialità richiesto dallo stesso Nursind.
Contrariamente alle attuali previsioni meteo, secondo Summa si prospetta un Giugno molto caldo.

Turismo 2020
Top news
Glocal News
Foto più viste
Video più visti
Il mondo che vorrei
Gite in treno
Curiosità