A RONDISSONE

Paddle, non è ancora detta l’ultima parola

Le parole del vicesindaco Davide Cambursano

Paddle, non è ancora detta l’ultima parola
Chivasso, 27 Luglio 2020 ore 12:30

Il Comune ha veramente perso la grande occasione di veder realizzato sul proprio territorio un campo da paddle? A dare una risposta a questa domanda, e a spiegare la polemica che è nata, è il vicesindaco Davide Cambursano.

Paddle, non è ancora detta l’ultima parola

Il Comune ha veramente perso la grande occasione di veder realizzato sul proprio territorio un campo da paddle? A dare una risposta a questa domanda, e a spiegare la polemica che è nata, è il vicesindaco Davide Cambursano: «L’attuale Amministrazione conferma quanto già espresso in diverse occasioni all’ex consigliere Giorgio Idali e cioè che abbiamo sempre fornito ogni informazione ai proponenti al fine di consentire la corretta analisi della fattibilità del progetto. L’Amministrazione ha sempre espresso parere favorevole per la realizzazione di progetti sociosportivi proponendo alcune alternative per valorizzarne l’insieme delle strutture e delle risorse già presenti. Premesso che al momento della prima riunione tra i proprietari dei terreni e l’amministrazione, i proponenti avevano già avanzato e quasi concluso la trattativa per la realizzazione del progetto a Torrazza, da parte nostra sono state valutate alcune soluzioni che potessero soddisfare i proponenti e nel contempo rispettare quanto stabilito dal Piano Regolatore. A conferma di questo in diverse riunioni è stato coinvolto anche l’urbanista del Comune al fine di arricchire l’analisi col suo contributo e rendere completa ed approfondita la valutazione. La situazione in questo momento è in una fase interlocutoria, l’Amministrazione è in contatto con i proponenti e un riscontro definitivo non è stato ancora espresso. Affermare che questo tipo di operazione non è più realizzabile è fondamentalmente errato in quanto l’area in oggetto, di cui uno dei proprietari è l’ex consigliere Idali, è un’area destinata a servizi sportivi e per tale motivo potrà essere utilizzata con questo scopo. Pensiamo che per questo tipo di iniziative, spetti al proponente decidere se proseguire o no e interfacciarsi con i proprietari interessati al fine di avviare la trattativa di acquisto. Pur comprendendo le motivazioni che hanno portato Idali ad esprimere il suo pensiero ed interesse verso questo tipo di progetto, come Amministrazione ribadiamo la nostra volontà a realizzare opere importanti per il bene di tutti, la convinzione di continuare ad operare con determinazione e trasparenza per valorizzare i contenuti delle nostre scelte, finalizzate ad un’interesse comune ed alla valorizzazione del nostro territorio».

Turismo 2020
Top news
Glocal News
Foto più viste
Video più visti
Il mondo che vorrei
Gite in treno
Curiosità