in collina

Pensionato di San Sebastiano muore mentre pesca vongole

Una dolorosa vicenda per i familiari e per tutta la comunità.

Pensionato di San Sebastiano muore mentre pesca vongole
Chivasso, 01 Agosto 2020 ore 08:59

La notizia della morte di Luigi Luca ha lasciato la comunità sansebastianese sgomenta. E’ morto colto da un malore improvviso mentre pescava vongole.

Pensionato muore mentre pesca vongole

Luigi è morto giovedì, 23 luglio, colto da un improvviso malore, mentre raccoglieva vongole dal fondale di fronte alla spiaggia libera del Lido delle Nazioni, davanti al Bagno Galattico in provincia di Ferrara.
L’uomo amava molto questa località balneare e qui aveva comprato un’abitazione dove trascorreva gran parte dell’anno insieme alla moglie Elvira.
Era lì in vacanza e quel pomeriggio si era concesso un po’ di relax e pescando le vongole che purtroppo ha trovato la morte. Originario della Sicilia si era trasferito a San Sebastiano da Po dove viveva e dove aveva svolto sino alle pensione la professione di artigiano edile.
Qui, lui ed Elvira avevano deciso di crescere i loro due figli, Ivan e Manuela.

Una dolorosa vicenda

Una dolorosa vicenda quella che stanno vivendo la moglie, il figlio con Irene e i nipoti Ismaele, Irma e Isaac e la figlia con Giuseppe e i nipoti Oliver e Bianca.
Aveva 74 anni e dopo essersi ritirato dal lavoro amava trascorre lunghi periodi in provincia di Ferrara.
Negli ultimi tempi la coppia Luca infatti si vedeva molto di rado in paese a San Sebastiano da Po.
Una famiglia a modo, riservata che in passato aveva intrecciato una collaborazione con la Pro Loco sansebastianese perchè Elvira e la sorella avevano gestito il bar degli impianti sportivi.

Il dramma

L’uomo si era recato in spiaggia intorno alle 15 e lì alcuni bagnanti lo hanno visto mentre con il rastrello raccoglieva le vongole poi per un paio d’ore tutto è proseguito in maniera tranquilla sino al ritrovamento in acqua del corpo di Luigi Luca.
Era intorno alle 17.30, quando una bagnante, mentre nuotava, ha notato il corpo di Luigi Luca galleggiare in acqua.
Nel frattempo la moglie si era già preoccupata non vedendo suo marito ritornare a casa.
A quel punto sono stati allertati i soccorsi che sono intervenuti nell’immediato.
Sul posto sono giunte due unità della Guardia Costiera dell’Ufficio circondariale marittimo di Porto Garibaldi, l’automedica, una pattuglia dei carabinieri di Porto Garibaldi, ma purtroppo per l’uomo non c’è stato nulla da fare e il corpo senza vita è stato quindi recuperato dai necrofori e successivamente trasportato all’Istituto di medicina legale di Cona per gli accertamenti necroscopici che sono stati eseguiti nella mattinata di lunedì 27 luglio.
E’ stato così rilasciato il nulla osta per poter procedere all’organizzazione dei funerali dell’uomo che da Ferrara  è stato trasportato a San Sebastiano da Po dove risiedeva.

L’ultimo saluto

La veglia di preghiera si è svolta martedì 28 luglio alle 21 presso il centro pastorale Don Arnosio a San Sebastiano da Po.
Si sono svolti mercoledì 29 luglio presso la chiesa della Pieve a San Sebastiano da Po i funerali di Luigi Luca con partenza dall’Arcispedale Sant’Anna di Cona in Ferrara.
Una grande perdita per la comunità sansebastianese che è ancora incredula davanti ad un destino così crudele.

Turismo 2020
Top news
Glocal News
Foto più viste
Video più visti
Il mondo che vorrei
Gite in treno
Curiosità