Piazza vietata ai commercianti

La scelta dell'Amministrazione di Brandizzo.

Piazza vietata ai commercianti
Chivasso, 02 Luglio 2018 ore 17:46

Piazza vietata ai commercianti. L'Amministrazione comunale ha scelto di eliminare la possibilità di effettuare il carico e scarico.

Piazza vietata ai commercianti

Carico e scarico in piazza Vittorio Veneto. Il consigliere di Alternativa Giuseppe Deluca presenta un’interrogazione a riguardo. I commercianti infatti prima del cambio del lucchetto erano in possesso delle chiavi per i dissuasori per poter scaricare le loro merci. Ma oggi quelle chiavi non sono più utilizzabili e non saranno date loro quelle nuove.

La scelta

«A seguito della verifica di un utilizzo talvolta improprio delle due attività commerciali - spiega il comandante - relativamente all’ormai usuale accesso per il carico e scarico di cui, peraltro, solo uno dei due servizi era stato autorizzato e preso atto, che nonostante le informazioni trasmesse agli stessi sul corretto funzionamento dei dissuasori di traffico installati all’ingresso della piazza, il varco risultava sovente aperto con un ulteriore aumento del transito di automezzi nella piazza. Questa la causa del danneggiamento del porfido. Per quanto riguarda la problematica di carico e scarico merci delle attività commerciali, il Comune si è riservato di appurare l’impatto che la situazione comporterà sulla via Torino. La Polizia Locale sta monitorando la situazione. A tal proposito si specifica che, nel caso si verifichino problematiche, sarà cura di questo Comando, di concerto con l’Amministrazione Comunale, provvedere ad adottare tutte le misure opportune».

La replica di Deluca

«Dalla risposta è chiaro che il vietare l’accesso sia stata una decisione presa dalla maggioranza. Siamo stupiti per l’atteggiamento di scarso rispetto nei confronti dei commercianti. La problematica dei dissuasori non deriva dal normale utilizzo, ma sta a monte in un posizionamento errato. Il divieto di effettuare il carico e scarico merci in piazza Vittorio Veneto, appare un maldestro tentativo di ridurre le possibilità di eventuali guasti, minimizzandone l'utilizzo. La decisione di non far più accedere alla piazza crea forti disagi al traffico ed alla circolazione stradale. Nella risposta all’interrogazione, inoltre, il funzionario di Polizia Municipale Pirrazzo asserisce cose non vere: le chiavi per l’accesso alla piazza, mediante la movimentazione dei dissuasori a scomparsa, erano state consegnate agli esercizi commerciali esistenti sulla piazza, direttamente dai vigili urbani e quindi da loro autorizzati ad effettuare il carico e scarico».

I commercianti

Dal canto loro i commercianti non hanno preso bene questa novità. O per lo meno non tutti.
E’ evidente che la novità ha apportato dei disagi. «Non ci sentiamo sicuri - dicono alcuni commercianti -. Vedere i corrieri sostare in via Torino per scaricare la merce è davvero uno spettacolo inaccettabile. Poi, quando uno di loro si ferma, quello successivo cerca di fermarsi un po’ più in là per evitare un ingorgo. Ma la situazione è terribile e non crediamo che possa durare a lungo. Il martedì e il venerdì mattina il tratto di via Torino che va dal semaforo (all’incrocio con via Gondolo) sino a poco prima di piazza Tempia è un vero incubo perchè i furgoncini non sanno più dove fermarsi».

Resta sempre aggiornato sulle notizie del tuo territorioIscriviti alla newsletter