pandemia

Piemonte ancora in zona gialla ma l’indice sta peggiorando: “Si rischia il ritorno in arancione”

Le parole del Governatore Alberto Cirio e del Presidente della Provincia di Vercelli Eraldo Botta.

Piemonte ancora in zona gialla ma l’indice sta peggiorando: “Si rischia il ritorno in arancione”
Cronaca Chivasso, 12 Febbraio 2021 ore 16:18

Piemonte ancora in zona gialla ma il Presidente della Regione Alberto Cirio spiega: “L’Rt medio resta sotto l’1, ma cresce rispetto alla scorsa settimana”.

Piemonte ancora in zona gialla

La Regione Piemonte ancora per una settimana resterà zona gialla. Una bella notizia per i piemontesi. Le regole di questa zona sono:

  • Tra le 5 e le 22, ci si può spostare liberamente all’interno della propria regione, quindi anche fare visita in abitazioni private a parenti o amici;
  • Il decreto di gennaio ha stabilito anche il divieto di spostamento tra le regioni, comprese quelle gialle,  eccezion fatta per andare nelle Seconde Case di proprietà o in affitto con contratto stabile;
  • Bar, gelaterie e pasticcerie sono aperti al pubblico dalle 5 alle 18.
  • Dalle ore 18 divieto di asporto;
  • Consegna al domicilio senza limitazioni orarie;
  • Ristoranti aperti dalle 5 alle 18.
  • Consegna a domicilio sempre concessa;
  • Librerie, negozi al dettaglio e di abbigliamento, per adulti e bambini, saranno normalmente aperti mentre resteranno chiusi, di sabato e domenica, i centri commerciali. Al loro interno potranno aprire solo supermercati, farmacie, parafarmacie e tabacchi;
  • Coprifuoco notturno dal 16 gennaio al 5 marzo 2021 resta in vigore sempre dalle 22 di sera fino alle 5 del mattino.

Le parole di Cirio

Il Presidente della Regione Piemonte Alberto Cirio spiega:

Attendiamo la conferma dal Report settimanale del Ministero della Salute, ma i dati anticipati dal pre-report sono confortanti. L’Rt medio resta sotto l’1, ma cresce rispetto alla scorsa settimana (0.9) e quindi questo deve ricordarci l’importanza di essere attenti nei nostri comportamenti. Buoni i dati della pressione ospedaliera che resta sotto la soglia di allerta (l’occupazione delle terapie intensive rimane al 24% e quella dei posti ordinari scende dal 37% al 35%). Dobbiamo continuare a essere prudenti. Ora più che mai.

Si rischia il ritorno in arancione

Intanto il Presidente della Provincia di Vercelli Eraldo Botta sui social spiega:

Dalla riunione odierna con il Presidente della Regione Piemonte Alberto Cirio per l’aggiornamento settimanale dei dati pandemici della nostra Regione è emerso che l’Rt, l’indice dei contagi, sta risalendo.
Fino a sabato prossimo saremo ancora in zona gialla, ma c’è il rischio di tornare in zona arancione da domenica 21 febbraio.

Intanto da lunedì 15:

  • si parte con lo sci al 30% ( obbligatorie le prenotazioni online );
  • le scuole continuano l’attività in presenza al 50%;
  • permane sino al 5 marzo la chiusura serale dei ristoranti;
  • gli spostamenti tra le regioni sono ancora bloccati sino al 5 marzo.

Il virus non frena la sua corsa, ora più che mai la prudenza e l’attenzione devono essere massime!

Condividi
Top news
Glocal news
Video più visti
Foto più viste
Idee & Consigli